12 “Trio” (Ken Annakin - Harold French, UK, 1950) * con Jean Simmons, James Hayter, Kathleen Harrison, Felix Aylmer
Dopo il successo ottenuto con “Quartet” (1948, visto e recensito pochi giorni fa) fu prodotto “Trio”, ovviamente con tre soli racconti di Somerset Maugham il quale, di nuovo, compare in prima persona all’inizio del film per introdurre "The Verger", "Mr. Know-All" e "The Sanatorium", arguti e con finali a sorpresa come dovrebbero essere tutte le short stories. Da quando lessi “Of Human Bondage” (1915) varie decine di anni fa, sono diventato un estimatore di questo scrittore e commediografo inglese (1874-1965) che descrive in modo affascinate storie ambientate in ogni parte del mondo con stile essenziale, cinico, critico e umoristico allo stesso tempo, conseguenza del suo estensivo viaggiare e profonda conoscenza della natura umana.
Anche i tre racconti scelti per “Trio” non deludono certo le aspettative, contando oltretutto su ottimi attori e caratteristi e su registi capaci di descrivere e gestire in poche decine di minuti eventi e personaggi.
IMDb 7,3
FotoFotoFotoFotoFoto
11/01/18
6 foto - Visualizza album
Condiviso pubblicamente