412 “Amour” (Michael Haneke, Austria/Francia/Germania, 2012) * con Jean-Louis Trintignant, Emmanuelle Riva, Isabelle Huppert
IMDb 7,9 RT 93% * Oscar miglior film non in lingua inglese (per l’Austria) e 4 Nomination (miglior fil, regia, sceneggiatura, Emmanuelle Riva protagonista) - Palma d’Oro a Cannes

In questo film drammatico e commovente, tragicamente realistico, Haneke pone il suo marchio di fabbrica con qualche allucinazione, un incubo, simbologia del piccione (che considererei semplicemente come uccello) e ancor di più con l’enigmatico il finale che sembra sia stato interpretato in tanti modi diversi, ognuno più che plausibile ma dai significati certamente distinti.
La apparente freddezza con la quale il regista (laureato in filosofia e psicologia) analizza e il rapporto fra i due protagonisti, una felice e colta coppia ottuagenaria con tanti interessi comuni è quasi eccezionale. Ogni valutazione viene suggerita ma lascia sempre spazio ad altri punti di vista e conseguenti azioni.
Pioggia di premi e Nomination per Haneke, l’85enne Emmanuelle Riva (la più anziana attrice mai candidata all’Oscar) e Trintignant, di 3 anni più giovane (tutti estremamente bravi nei rispettivi ruoli) ma ho trovato Isabelle Huppert ancora una volta poco convincente.
Film da non perdere, ma guardatelo sol se vi trovate in uno stato d’animo opportuno.
FotoFotoFotoFoto
03/12/18
4 foto - Visualizza album
Condiviso pubblicamenteVedi attività