113 “The Virgin Suicides” (Sofia Coppola, USA, 1999) tit. it. “Il giardino delle vergini suicide“ * con Kirsten Dunst, Josh Hartnett, James Woods
Pur essendo al suo esordio alla regia, Sofia Coppola mostra di saper dirigere più che bene e il fatto di essere cresciuta in ambiente cinematografico e di essere figlia di cotanto padre certamente l’ha aiutata, ma altrettanto certamente ci mette del suo considerato che tanti altri figli d’arte sono quasi del tutto incapaci.
Ovviamente, mi ha riportato alla mente il recente “Mustang” (Nomination Oscar 2016come miglior film in lingua non inglese) della turca Deniz Gamze Ergüven, che a questo film si era dichiaratamente ispirata anche se ben lungi da essere un remake per epoca, ambiente sociale e situazione sostanzialmente diversa.
Se da un lato ho apprezzato la regia per quanto riguarda ritmo e inquadrature, mi è sembrato eccessivo l’uso della voce fuori campo del narratore e, soprattutto, ho trovato molto debole la sceneggiatura, della quale Sofia Coppola è corresponsabile insieme con Jeffrey Eugenides. autore dell’omonimo romanzo su cui è basata.
Nel complesso senza infamia e senza lodi, i pregi più o meno compensano i difetti.
IMDb 7,2 RT 76%
FotoFotoFotoFotoFoto
04/04/18
6 foto - Visualizza album
Condiviso pubblicamente