443 “The Magnificent Ambersons” (Orson Welles, USA, 1942) tit. it. “L'orgoglio degli Amberson“ * con Tim Holt, Joseph Cotten, Dolores Costello

Dopo aver visto ieri “La vera storia di Quarto potere“ ho concluso l’anno con un (quasi) vero film di Orson Welles, quello ufficialmente successivo a “Citizen Kane” (in mezzo ci sarebbe “Journey into Fear”, tit. it. “Terrore sul Mar Nero” per il quale l’apporto di O. W. è uncredited). Ho scritto “quasi” in quanto anche questo secondo film con la RKO-Mercury ebbe i suoi problemi, costò molto, il primo montaggio fu giudicato troppo lungo e così, approfittando dell’assenza di Welles (in Europa), la produzione tagliò molte scene accorciandolo di quasi ¾ d’ora e cambiò il finale (ri-girato da Robert Wise), tanto che al suo ritorno il registe disconobbe il film. Le parti mancanti si conoscono solo dalla sceneggiatura definitiva, non esiste più alcuna immagine.
Questo “The Magnificent Ambersons” affronta vari temi simili a quelli di “Citizen Kane”, magioni esagerate, potere, presunzione e arroganza derivante da ricchezza che, anche in questo caso, non è sinonimo di vera felicità. Le ottime interpretazioni in generale vengono esaltate dalla fotografia di Stanley Cortez (quello di “The Night of the Hunter”,1955, tit. it. “La morte corre sul fiume”) e dalle inquadrature scelte da Welles poco convenzionali per l’epoca dai piani sequenza alle riprese dal basso. Anche se si resta un po’ con l’amaro in bocca per non poter sapere come terminava la vera versione di Orson Welles, “The Magnificent Ambersons” merita senz’altro un’attenta visione.
Singolare la scelta dei titoli di coda "letti" dallo stesso O.W., con il regista citato per ultimo (come si è soliti fare nei titoli di testa)
4 Nomination Oscar (miglior film, Agnes Moorehead non protagonista, fotografia e scenografia)
IMDb 7,9 RT 91%
FotoFotoFotoFotoFoto
01/01/18
7 foto - Visualizza album
Condiviso pubblicamenteVedi attività