50 * “La La Land” (Damien Chazelle, USA, 2016) * con Ryan Gosling, Emma Stone, Rosemarie DeWitt
Non penso di essere un Bastian contrario “a prescindere” e, con soddisfazione, leggo che non sono neanche l’unico a non aggregarsi alla pletora di osannatori del mattatore delle Nomination Oscar 2017, ma sinceramente non mi è parso un capolavoro.
La prima metà, dopo l’inizio coreografico, l’ho trovato abbastanza piatto, banale e lento, senza alcuna verve. Si riprende quando inizia la parte un po’ più drammatica, con dialoghi che hanno senso, nella quale si intravede perfino un po’ di recitazione da parte dei due protagonisti (perché mai hanno avuto la Nomination?). E, per dirla tutta, in verità neanche il “doppio finale” mi ha convinto. Infine, non lo definirei un musical (in senso classico) classico vista la modestia delle poche coreografie.
A breve vedrò anche Lion, ma difficilmente riuscirò a beccare Fences. Dei sette film visti fra i candidati all’Oscar, quello più importante, “Manchester by the Sea” e “Hell or High Water” sono, a mio modesto parere, quelli che si distinguono per essere realizzati in modo solido, ottimamente interpretati e ben costruiti nel complesso. “Arrival” segue a ruota. Gli altri sono dei buoni prodotti commerciali ciascuno nel suo genere.
Sono sempre pronto alla discussione ma, in questo caso, difficilmente chi non è d’accordo con quanto scritto riuscirà a convincermi che La La Land sia il film eccezionale che tanti magnificano e glorificano.
IMDb 8,6 RT 93% #cinema #film #Oscar
FotoFotoFotoFoto
04/02/17
4 foto - Visualizza album
Condiviso pubblicamenteVedi attività