28 * “Northwest Passage” (King Vidor, USA, 1940) tit. it. “Passaggio a nord-ovest” * con Spencer Tracy, Robert Young, Walter Brennan
Qualcuno lo classifica come western, ma ben poco ha a che vedere con il genere inteso in senso classico in quanto, pur trattando della “colonizzazione” dell’America del nord, tratta di eventi verificatisi al confine fra gli odierni Stati Uniti e Canada. In effetti è un film di guerra e avventura che descrive una delle più famose incursioni portata a termine dai Rogers' Rangers, corpo militare indipendente affiliato alle forze regolari inglesi, comprendente anche varie compagnie composte parzialmente o in toto da Iroquois, Mohawks Catawba e Cherokee, mentre altre tribù (Abenaki, Algonquin, Caughnawaga Mohawk, Lenape, Ojibwa, Ottawa, Shawnee e Wyandot) affiancavano i francesi.
Del “leggendario” passaggio a nordovest c’è solo un accenno nella prima parte del film e poi si passa direttamente all’annuncio della spedizione alla sua ricerca nelle scene conclusive.
I fatti narrati sono basati su avvenimenti storici accertati della Guerra dei 7 anni (o Guerra franco-indiana) anche se, come quasi sempre accade, le due parti confermarono gli avvenimenti ma con storie e numeri di morti, feriti e prigionieri completamente diversi. Nel film, tratto dall’omonimo romanzo storico, il maggiore Rogers (Spencer Tracy) guida un paio di centinaia di suoi Rangers lungo fiumi e laghi fino a alla cruenta conquista di Fort Francis e oltre, fra imboscate, disavventure e pericoli.
Girato quasi tutto in esterno, “Northwest Passage” offre splendide immagini dell’ambiente del nordest (anche se in effetti fu girato in Idaho in quanto ancora abbastanza “vergine”) e una buona dose di azione. A guardarlo oggi i colori appaiono senz’altro, giustamente, strani ma allora (1940, nei primi anni di diffusione del Technicolor) ricevette grandi apprezzamenti da critica e da pubblico ottenendo anche la Nomination Oscar per la miglior fotografia a colori (per molti edizioni furono assegnati Oscar separati per b/n e colore).
Film storicamente interessante, buono timolo per ripassare un po’ di storia nordamericana e ricordarci della metà del ‘700 quando i possedimenti francesi (dal Quebec a New Orleans) separavano le aree dominate dagli inglesi (vedi mappa dopo le foto). In particolare l’influenza francese nel sud fra Alabama, Mississippi e Louisiana è tutt’oggi percepibile e non solo nella toponomastica, ma anche nell’architettura, nelle tradizioni, nello slang e nella cucina. Scusate la divagazione da viaggiatore.
IMDb 7,1 RT 100% #cinema #film
PhotoPhotoPhotoPhotoPhoto
“Northwest Passage” (King Vidor, USA, 1940) tit. it. “Passaggio a nord-ovest”
9 Photos - View album
Shared publiclyView activity