316 “Le samouraï” (Jean-Pierre Melville, Fra, 1967) tit. it. “Frank Costello - Faccia d'angelo” * con Alain Delon, Nathalie Delon, François Périer
Bel noir, preciso, “chirurgico”, con un Alain Delon dal volto impassibile e impenetrabile ma non per questo inespressivo. Anche tutti gli altri attori si calano perfettamente nei rispettivi personaggi. Tempi rigorosi, riprese interessanti e giusto ritmo tengono sempre viva l’attenzione dello spettatore fino al singolare finale. Ma anche la scena iniziale è assolutamente notevole con un’inquadratura fissa di una stanza apparentemente vuota e avvolta nella semioscurità finché non appare un fil di fumo che distoglie l’attenzione da un ritmico cinguettio. La “salute” dell’uccellino in gabbia fa da contrappunto alla situazione sempre più critica nella quale si trova il “Samurai”. Il lungo confronto nella stazione di polizia, guidato dal tenace commissario (François Périer) alla ricerca dell’assassino mi ha riportato alla mente il confronto in quel gran film che è “The Usual Suspects” diretto da Bryan Singer quasi 30 anni più tardi..
Assolutamente consigliato.
IMDb 8,1 RT 100%
FotoFotoFotoFotoFoto
13/10/17
7 foto - Visualizza album
Condiviso pubblicamenteVedi attività