Profile

Foto di copertina
Gino Ramaglia
Ha lavorato presso Gino
Frequenta Accademia di Belle Arti Napoli
591 follower|152.207 visualizzazioni
InformazioniPostRaccolteFotoYouTube

Stream

Gino Ramaglia

Condivisione pubblica  - 
 
Partecipate tutti... 
1
Aggiungi un commento...

Gino Ramaglia

Condivisione pubblica  - 
 
Alfredo Troise
"Dicotomie Visive"
Dal 13 al 19 Maggio 2016
Start ore 19.00

Artisti in Vetrina
Gino Ramaglia
Via Broggia, 10
80135 Napoli

Alfredo Troise
Un artista che convive con due energie, una del corpo che gli sfugge per una sindrome, che lo mette di fronte agli sguardi non sempre comprensivi degli altri, ed una mentale che controlla attraverso gli studi e la voglia di rappresentare quella normalità, vista come arrivo da chi lo guarda, ma sentita come partenza da lui, visto il suo sentire, e il bisogno di rappresentare corpo e sguardi, fatti di occhi pronti a redarguire, a eludere, a scansare, a cercare le ragioni sconosciute a cui non sanno dare risposte, parte di una vita condotta con la sensibilità dell’arte che non abbandona mai neanche un secondo, e che spinge alla ricerca di una figurazione di scuola, ma da interpretare con la forza e l’energia dell’istintivo senso che Alfredo possiede nei suoi dipinti.
La pittura per rappresentare i suoi momenti, le suadenze del disegno, così come i tratti a smalti che “graffiano” le superfici senza compromessi. Non sembrerebbe un percorso scelto, ma in effetti nella crescita di ogni artista ci sono guadi da attraversare, ma sempre nel solco delle proprie conoscenze e passioni, ed in Alfredo Troise c’è tutta la voglia di appropriarsi di dimensioni tecniche che servano a realizzare la sua energia in una dimensione autonoma, e che sia lente di ingrandimento verso la comprensione degli altri della sua opera e non della sua sindrome.
La forma colore, che nei suoi acquerelli sono impressioni veloci di luce diurna vestita a colori nei soggetti che Alfredo trae da reale e dal pensiero, così da imprimere nell’acqua la materia e la capacità di disegno, che certamente non gli mancano. E la sua scomposizione in visioni macro di occhi, nasi e la scomposizione dei visi che diventano elementi simbolici e non più reali, ammantati in luci e stelle notturne; anche in queste opere la forma sembra essere preponderante sul pensiero, ma la vera indole dell’artista è quella di rappresentare la sua mente, così come elabora e partorisce idee e paure da annientare. Dunque un opera che sappia sanare le distorsioni degli altri su di se, e se l’artista ha la forza di cercare in se le proprie debolezze, con forza rappresenta però anche il mondo intorno, e dalla sua sensibilità scaturisce un viaggio verso nuovi approdi artistici, ma d’altronde è come la vita, non ci si ferma mai a cercarne le ragioni. Ecco, Alfredo cerca quelle più vere, essenza ed interiorità, che nei vortici da lui dipinti, sono la forza che gira, la vita che sprizza, l’energia che si sprigiona; ma anche un tempo concluso ed un altro che sta per cominciare.

Gianni Nappa
Info:
alfredotroise76@gmail.com
galleria@ginoramaglia.it
2
Aggiungi un commento...

Gino Ramaglia

Condivisione pubblica  - 
 
"Il tempo sottile" di Gianni Nappa per Artisti in Vetrina, a cura di Claudia Del Giudice
Come promesso, venerdì sera sono stato in via Broggia a vedere la performance artistica Il Tempo Sottile di Gianni Nappa in Artisti in Vetrina nei locali di
3
1
Aggiungi un commento...

Gino Ramaglia

Condivisione pubblica  - 
 
Gianni Nappa
“Il tempo sottile”

Dal 15 al 30 Aprile 2016

Start ore 19.00

Artisti in Vetrina
Gino Ramaglia
Via Broggia, 10
80135 Napoli

Il tempo sottile.
Da sempre sul pezzo nelle sue incessanti sperimentazioni volte a mettere in arte i processi cognitivi e scientifici, l'eclettico Gianni Nappa, futurista nell’animo, cultore del pensiero e del fare, si sveste momentaneamente dei panni di curatore per proiettare sulla gente il suo vissuto di pittore, di scenografo, di artista a tuttotondo; un excursus chiarificatore del percorso che lo ha portato a “spiegare” le opere degli altri. Una storia che non lascia spazi vuoti nelle connessioni e negli intrecci e che, nel fluire da un nodo temporale a un altro, si distingue per stratificazione e ricchezza, varietà e complessità.
Per ridurre il divario di esperienza esistente tra il fruitore e se stesso, Gianni Nappa ricorre alla forma artistica di condivisione per eccellenza: la performance, il cui tempo è sottile, ma l’unico equivalente a quello in cui un'opera da pura diventa contaminata e, quindi, attuale. Irreversibile è il processo della contaminazione, ma, proprio perché tale e alla base della trasformazione, non può che essere coltivato, approfondito, diffuso nell'uomo per il raggiungimento della bellezza oggettiva e universale.
La nostra epoca globalizzata, post-moderna, carica di differenza, inter-culturale, reclama una mentalità formativa, sociale e di cittadinanza e l’arte, grazie alle sue peculiarità, ne diviene annuncio.
Gianni Nappa, nel ri-utilizzo degli strumenti e dei linguaggi d’arte possibili che il tempo sottile comporta, si avvale della luce quale viatico dalla percezione pura a quella visiva, delineando la differenza sostanziale tra l’atto del guardare, meccanismo autonomo del cervello, e l’atto del percepire, che ne implica l’intervento attivo.
Nei lavori dell’artista i tagli praticati a mo’ di bassorilievo nei poliuretani espansi svelano la luce, dando vita alla materia, le macchie metalliche di colori primari richiamano gli episodici e talvolta improvvisi “affioramenti” della memoria, l’uso del segno, delle forme, la plastica a bolle, le diapositive elaborate a mano e tutti i materiali adoperati, sono funzionali alla costruzione di una nuova visione evocativa che, attraverso l’azione di partecipazione e condivisione con gli spettatori, genera una singolare opera percettiva. Nella conoscenza dell’arte si ravvisa il respiro della libertà cerebrale, del momento in cui il razionale cede all’emotivo, a quel pizzico di follia che fa l’uomo così differente dal percettrone, rendendolo creativo e umanamente grande.
Claudia Del Giudice

Gianni Nappa
Curatela e organizzazione eventi e convegni
Critico d’Arte
Artista Pittore
Scenografo diplomato all’Accademia di Belle Arti di Napoli
Fotografo allievo di Mimmo Jodice

“Solo il libero pensiero non muore sulle cortine del plagio del successo.”
(Gianni Nappa)

Info:
giovanni.nappa@gmail.com
claudiadelgiudiceart@gmail.com
galleria@ginoramaglia.it
2
Aggiungi un commento...

Gino Ramaglia

Condivisione pubblica  - 
 
Cabrera protagonista di “Artisti in Vetrina”
4
Aggiungi un commento...

Gino Ramaglia

Condivisione pubblica  - 
 
"Marcando Tempo"
Fernando Alfredo Cabrera
per Artisti in Vetrina
1
Aggiungi un commento...

Gino Ramaglia

Condivisione pubblica  - 
 
“INTRUDERS”
di
WALTER MOLLI
 
Dal 18 al 31 Marzo 2016
Start ore 19.00
1
Aggiungi un commento...
Nelle sue cerchie
1.825 persone
Lo hanno aggiunto alle cerchie
591 persone
Foto del profilo di Paolo Uttieri
Foto del profilo di Maria Demichele
Foto del profilo di Gennaro Cilento
Foto del profilo di Elena Busiello
Foto del profilo di Mary Bianco
Foto del profilo di Claudia Del Giudice
Foto del profilo di John Simone
Foto del profilo di WindSurf Mania
Foto del profilo di emma salvati

Gino Ramaglia

Condivisione pubblica  - 
 
Giuda
“Terre lontane”

Dal 20 al 31 Maggio 2016
Performance ore 19.00

Artisti in Vetrina
Gino Ramaglia
Via Broggia, 10
80135 Napoli


Terre lontane …
Mi allontano dal mondo conosciuto per vederci dentro altre forme, immaginando di cogliere quelle che istintualmente percepisco e supponendo di riuscire a simboleggiarne una visibilità.
Ho scelto di abbandonare la forma conosciuta perché la sua corrispondenza rimanda ad emotività “altre …” per ciascuno di noi; distrae dalla univocità del rapporto che cerco di instaurare tra me e chi osserva il mio pensiero; per sperare non tanto di condividerlo ma, a volte, anche di comprenderlo.

La forma visibile …
è il prodotto di una fluttuazione di piani e solidi che si deformano, si avvolgono su loro stessi, si intrecciano, si aprono per vedere cosa emerge da sotto o da dietro; la forma visibile è quella che cerca nell’estetica un motivo di rappresentazione, si risolve in un equilibrio sobrio cosciente oppure manifesta il suo valore aggiunto emozionale in una dinamica di esplosione o implosione.
Difficile, anche per me, dire se le deformazioni si propaghino da un punto oppure cerchino di sintetizzarsi in esso.
Un fatto è certo!
La mano cerca l’espressione, l’occhio il colore con cui farlo, il vissuto decide la proporzione.
Non so dire se il bello è oggettivo; più che altro lo spero.
So che il piacere, però, è soggettivo perché non può prescindere dal filtro etno-antropologico-umorale che ciascuno di noi si trova ad essere.
Oppure è negato dall’indifferenza verso questa o un’altra forma, se ritiene “certo” solo ciò che sicuramente conosce, anche se visto sotto un’altra luce.
Luce e colore!
Sul bianco il colore copre, sul nero il colore emerge perché suppone che lo sguardo stesso sia la luce che consenta di farlo.
Ho abbandonato la fotografia per questo.
Ho ritrovato, dopo anni di interruzione, il segno grafico della forma visibile perché ho scoperto che meglio di me da “senso” alla miriade di “significati” che ogni tanto si affacciano quasi mai uno per volta ed ordinati.
Ho scelto di mostrarla perché sia abbagliata dagli sguardi degli altri.
Info:
giuseppedama@virgilio.it
galleria@ginoramaglia.it
2
Aggiungi un commento...

Gino Ramaglia

Condivisione pubblica  - 
 
Il maestro..
 ·  Traduci
 
SANGUIGNE,SEGNI
ANIELLO SCOTTO
SACRESTIA CHIESA DEL GESU' NUOVO
sabato 7 maggio 2016
Visualizza post originale
1
Aggiungi un commento...

Gino Ramaglia

Condivisione pubblica  - 
 
 
Lo spazio Artisti in Vetrina Gino Ramaglia ospiterà la mostra di Gianni Nappa "Il tempo sottile" fino al 30 aprile. #arte   #Napoli
Visualizza post originale
1
Aggiungi un commento...

Gino Ramaglia

Condivisione pubblica  - 
 
"Marcando Tempo"
Fernando Alfredo Cabrera
per Artisti in Vetrina

Gino Ramaglia
Artisti in Vetrina
Via Broggia, 10
80135 Napoli

Performance ore 19

Un Imprevisto Nella Quotidianità
In Movimento.
In Sospensione.
In Bellezza.

Info:
fernandoalfredocabrera@gmail.com
galleria@ginoramaglia.it

2
Aggiungi un commento...

Gino Ramaglia

Condivisione pubblica  - 
 
“INTRUDERS”
di
WALTER MOLLI
 
Dal 18 al 31 Marzo 2016
Start ore 19.00
18 March, 7:00 PM - Napoli - Napoli - Italy - “INTRUDERS”diWALTER MOLLI Dal 18 al 31 Marzo 2016Start ore 19.00 ARTISTI IN VETRINAGino RamagliaVia Broggia, 108...
2
Aggiungi un commento...
Raccolte di Gino
Persone
Nelle sue cerchie
1.825 persone
Lo hanno aggiunto alle cerchie
591 persone
Foto del profilo di Paolo Uttieri
Foto del profilo di Maria Demichele
Foto del profilo di Gennaro Cilento
Foto del profilo di Elena Busiello
Foto del profilo di Mary Bianco
Foto del profilo di Claudia Del Giudice
Foto del profilo di John Simone
Foto del profilo di WindSurf Mania
Foto del profilo di emma salvati
Raccolte che Gino sta seguendo
Visualizza tutto
Istruzione
  • Accademia di Belle Arti Napoli
    2000 - ad oggi
Informazioni di contatto
Casa
Telefono
+39 081 5640738
Email
Indirizzo
Via Broggia, 9/10 Napoli
Lavoro
Telefono
+39 081 5640738
Storia
Descrizione
" Artisti in Vetrina "
Imprese memorabili
Se vuoi collaborare o per informazioni manda una @mail qui: info@ginoramaglia.it
Lavoro
Professione
Galleria
Competenze
Arte
Datore di lavoro
  • Gino
  • Ramaglia
Informazioni di base
Sesso
Uomo
Alla ricerca di
Amici
Compleanno
28 ottobre 1926
Altri nomi
Artisti in Vetrina Gino Ramaglia