Profile cover photo
Profile photo
Gianluca Storani
296 followers -
Foto artistiche di paesaggio nel cuore d'Italia e delle Marche. Storie, immagini, emozioni.
Foto artistiche di paesaggio nel cuore d'Italia e delle Marche. Storie, immagini, emozioni.

296 followers
About
Gianluca's posts

Post is pinned.Post has attachment
"I Sibillini sono così, belli e ribelli." .cit

Questa foto racconta del rapporto profondo e sincero che noi marchigiani abbiamo con i Monti Sibillini.

Le adoriamo quelle montagne, meta estiva di passeggiate ed escursioni nell'omonimo Parco Nazionale e meta invernale di spensierati sali-scendi sulle nostre piste da sci innevate.

Li amiamo quei monti perché ovunque volgiamo lo sguardo verso ovest loro ci seguono e ci osservano sempre, silenziosi e maestosi con il loro inconfondibile profilo.

Li ammiriamo perché in ogni stagione cambiano i colori mantenendo sempre inalterato il loro fascino: dal verde, al bianco al famoso tono azzurro, poeticamente decantato dal Leopardi, le nostre montagne ci ricordano sempre della loro bellezza.

E quando la nebbia o l'umidità oscura la vista, per noi marchigiani è un po' come perdere la bussola e con lei la gioia: come per un marinaio senza il suo mare, noi abbiamo bisogno di osservare quella catena montuosa laggiù in fondo all'orizzonte, che da sempre è sinonimo di casa.

Nonostante le forti scosse di terremoto e nonostante che proprio da lì sia nata la distruzione che ha messo in ginocchio tutto l'alto maceratese, noi marchigiani adoriamo quei monti così per come sono: belli e ribelli.

In questa foto la catena montuosa innevata dei Monti Sibillini osservati dalle contrade di Montelupone sul finire di Gennaio del 2016.

◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
© Gianluca Storani Photo Art - http://www.giast.com - È vietato l'uso o la modifica dell'opera fotografica e letteraria senza il consenso dell'autore.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
ℹ️ Questa elaborazione fotografica rappresenta una personale interpretazione artistica della scena. È consigliata la visualizzazione a schermo intero.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
📢 Scopri Macerata e i paesaggi delle Marche, un libro unico e affascinante pieno di storie, immagini ed emozioni. Info e news: http://bit.ly/macerata-marche
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
💚 Diventa un sostenitore della mia ricerca fotografica! Se apprezzi il mio lavoro, puoi aiutarmi con una libera donazione. Scopri di più: http://bit.ly/PhotoArtAngel
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
Photo

Post has attachment
“Da un certo punto in avanti non c’è più modo di tornare indietro. E’ quello il punto a cui bisogna arrivare.”
(Franz Kafka)

A volte la vita ti cade addosso e si dimentica di avvisare. Cambiamenti che mai avresti previsto si manifestano bruscamente lasciandoti impietrito e disarmato. In quei momenti è come se tutto il male del mondo prendesse forma e si palesasse con l’obiettivo di colpirti e di stenderti a terra. Il terremoto che ne segue squarcia l’anima, scava nel cuore, vibra nella mente lasciando ferite indelebili. C’è chi vacilla, chi cade e chi rimane in piedi. Questione di fondamenta, di solide basi e di corazze. Il maestoso Santuario di Macereto, rimasto miracolosamente in piedi nonostante il big one di ottobre e le altre notevoli scosse ricevute, è il simbolo della forza e della caparbietà di quelle nostre comunità montane, orgogliosamente marchigiane, che esistono, resistono, non crollano ma guardano avanti. Perché una volta che il destino ti colpisce, bisogna solo badare al futuro, a testa alta e senza paura, col coraggio di chi quel terribile colpo l’ha saputo affrontare e sopratutto superare.

In questa foto il Santuario di Macereto così come appare lungo la strada che lo attraversa. L’edificio sacro è stato messo in sicurezza ma non ha riportato crolli o danni rilevanti nonostante la stretta vicinanza con gli epicentri dei terremoti.

◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
© Gianluca Storani Photo Art - http://www.giast.com - È vietato l'uso o la modifica dell'opera fotografica e letteraria senza il consenso dell'autore.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
ℹ️ Questa elaborazione fotografica rappresenta una personale interpretazione artistica della scena. È consigliata la visualizzazione a schermo intero.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
📢 Scopri Macerata e i paesaggi delle Marche, un libro unico e affascinante pieno di storie, immagini ed emozioni. Info e news: http://bit.ly/macerata-marche
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
💚 Diventa un sostenitore della mia ricerca fotografica! Se apprezzi il mio lavoro, puoi aiutarmi con una libera donazione. Scopri di più: http://bit.ly/PhotoArtAngel
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
Photo

Post has attachment
“Macerie e resti, ma c’eri e resti.” .cit

Proprio sul confine tra Marche ed Umbria e proprio dietro il maestoso Monte Vettore, esiste un paradiso che purtroppo dopo le ripetute scosse di terremoto di questi mesi sembra essere perduto. L’ironia della sorte ha voluto che proprio la strada che parte dal Pian Perduto per arrivare a Visso franasse rovinosamente a seguito del sisma di fine ottobre, isolando così Castelluccio dalle Marche. Il piccolo borgo in buona parte è crollato e isolato; fin qui, complice anche la neve, poco è stato fatto e da quanto trapela anche la fioritura che l’ha reso famoso in tutto il mondo è fortemente a rischio per la prossima estate. Nessuno è in grado di dire se e quando questo angolo di paradiso tornerà ai suoi fasti, quando quel carro carico di gioia e di spensieratezza tornerà ad attraversare di nuovo quella splendida prateria.

In questa foto la prateria di Castelluccio mentre viene attraversata da un carro, simbolo di gioia e spensieratezza e di un passato che vuole ritornare.

◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
© Gianluca Storani Photo Art - http://www.giast.com - È vietato l'uso o la modifica dell'opera fotografica e letteraria senza il consenso dell'autore.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
ℹ️ Questa elaborazione fotografica rappresenta una personale interpretazione artistica della scena. È consigliata la visualizzazione a schermo intero.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
📢 Scopri Macerata e i paesaggi delle Marche, un libro unico e affascinante pieno di storie, immagini ed emozioni. Info e news: http://bit.ly/macerata-marche
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
💚 Diventa un sostenitore della mia ricerca fotografica! Se apprezzi il mio lavoro, puoi aiutarmi con una libera donazione. Scopri di più: http://bit.ly/PhotoArtAngel
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
Photo

Post has attachment
“Quando fa freddo nei giorni della merla,
non chiuderti nel guscio come una perla.
Già che arriva anche San Valentino,
basta stringersi un pochettino
per disfarsi di tutto quel gran ghiaccio
non c’è niente di più caldo di un abbraccio.”
.cit

La tradizione vuole che il 29 – 30 – 31 Gennaio siano i giorni più freddi dell’anno, conosciuti anche come i “giorni della merla”. Se in questi tre giorni la tradizione viene rispettata, allora la primavera sarà bella, altrimenti, arriverà in ritardo. Ma perché si chiamano i “giorni della merla”? Il nome deriva da una leggenda, secondo la quale una merla, che un tempo aveva un piumaggio bianco candido color neve, per proteggersi dal freddo di quei giorni portò i suoi piccoli all’interno di un comignolo, da cui sarebbe uscita tre giorni dopo con un manto tutto nero, a causa della fuliggine. Da allora i merli avrebbero assunto il caratteristico piumaggio nero.

Con i tre giorni della merla, l’inverno fa il giro di boa e, superati i momenti più rigidi, la stagione entra nella sua ultima fase, quella che ci porterà verso la Primavera.

In questa foto un uccello vola sopra una collina poco fuori Macerata con sullo sfondo la sagoma della cupola della chiesa di Santa Maria delle Vergini.

Se qualcuno conosce l’autore della citazione, mi contatti, sarò felice di aggiungere il suo nome al posto del “.cit”.

◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
© Gianluca Storani Photo Art - http://www.giast.com - È vietato l'uso o la modifica dell'opera fotografica e letteraria senza il consenso dell'autore.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
ℹ️ Questa elaborazione fotografica rappresenta una personale interpretazione artistica della scena. È consigliata la visualizzazione a schermo intero.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
📢 Scopri Macerata e i paesaggi delle Marche, un libro unico e affascinante pieno di storie, immagini ed emozioni. Info e news: http://bit.ly/macerata-marche
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
💚 Diventa un sostenitore della mia ricerca fotografica! Se apprezzi il mio lavoro, puoi aiutarmi con una libera donazione. Scopri di più: http://bit.ly/PhotoArtAngel
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
Photo

Post has attachment
"Si dice che quando cade la neve l’umanità ha l’anima bianca." (Romano Battaglia)

Il 17.1.17 lo ricorderò a lungo. Quel giorno dalla data speciale, sono uscito di casa di mattino presto con l'intenzione di vivere il più intensamente possibile la neve che lungo tutta la notte era caduta copiosamente e che ancora al mattino scendeva senza sosta. Raggiunta un po' avventurosamente la città, ho iniziato a camminare per la strade e i vicoli del centro, respirando l'aria fresca e ascoltando il silenzio di quel momento inusuale. Non è stato facile riuscire a scattare delle foto sotto l'incessante tormenta che mi ha accompagnato durante tutta l'avventura ma quel che resterà dentro di me sarà il candore di Macerata mentre la vita, rallentata, le conferiva un'anima calma, placida e silente.

In questa foto Piazza Guglielmo Marconi di Macerata imbiancata e sotto la neve che scendeva incessantemente.

◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
© Gianluca Storani Photo Art - http://www.giast.com - È vietato l'uso o la modifica dell'opera fotografica e letteraria senza il consenso dell'autore.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
ℹ️ Questa elaborazione fotografica rappresenta una personale interpretazione artistica della scena. È consigliata la visualizzazione a schermo intero.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
📢 Scopri Macerata e i paesaggi delle Marche, un libro unico e affascinante pieno di storie, immagini ed emozioni. Info e news: http://bit.ly/macerata-marche
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
💚 Diventa un sostenitore della mia ricerca fotografica! Se apprezzi il mio lavoro, puoi aiutarmi con una libera donazione. Scopri di più: http://bit.ly/PhotoArtAngel
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
Photo

Post has attachment
"Ci sono luoghi nel mondo che ti catturano, appena ci metti piede. Luoghi che sembravano aspettarti." (Lisa Corva)

Recanati è un angolo di Marche che lascia semplicemente incantati. E quando, all'imbrunire, ci si lascia trasportare dalla magica atmosfera notturna di questo paese che emana bellezza e fascino in ogni suo luogo, tutto diventa ancora più speciale. Le luminarie con i versi del Leopardi lungo Corso Persiani ci ricordano non solo che qui nacque uno dei più grandi poeti italiani, ma che tutto, sembra essere ispirato dalla poesia. La città si è recentemente candidata a diventare Capitale Italiana della cultura 2018. Ottenere questo prestigioso riconoscimento sarebbe un grande traguardo e un grande orgoglio per Recanati e per tutto il popolo maceratese, proprio nel tempo in cui è chiamato a rialzarsi dopo il terribile terremoto dell'ottobre scorso. Anche grazie ad un patrimonio paesaggistico, architettonico, artistico e culturale davvero infinito, questa splendida città potrebbe fare da traino a tutto il territorio circostante.

In questa foto uno splendido scenario di Recanati di notte, lungo Viale Persiani, a due passi dalla torre antica.

◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
© Gianluca Storani Photo Art - http://www.giast.com - È vietato l'uso o la modifica dell'opera fotografica e letteraria senza il consenso dell'autore.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
ℹ️ Questa elaborazione fotografica rappresenta una personale interpretazione artistica della scena. È consigliata la visualizzazione a schermo intero.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
📢 Scopri Macerata e i paesaggi delle Marche, un libro unico e affascinante pieno di storie, immagini ed emozioni. Info e news: http://bit.ly/macerata-marche
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
💚 Diventa un sostenitore della mia ricerca fotografica! Se apprezzi il mio lavoro, puoi aiutarmi con una libera donazione. Scopri di più: http://bit.ly/PhotoArtAngel
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
Photo

Post has attachment
"Invece, le parole che raccontano le storie e sono accompagnate anche dai gesti, esprimono un sentimento che durerà nel tempo" (Romano Carancini, sindaco di Macerata)

Racchiusa dentro le sue possenti mura, Macerata, durante le feste ha richiamato nei suoi vicoli moltissime persone accorse a visitare negozi, mercatini e i tanti eventi in programma. L'atmosfera nel centro storico è stata davvero simile ad un abbraccio, seppur semplice e all'insegna di uno stile sobrio e leggero. Così le essenziali luminarie a forma di stelle poste lungo Corso della Repubblica, a sera con i colori del tramonto assumevano un che di magico, concorrendo a creare uno scenario intenso di luci e colori, da conservare nella memoria. Andando sul sito del Comune in cerca di informazioni sull'iniziativa "Macerata d'inverno, città d'incanto" ho trovato queste bellissime parole del sindaco Romano Carancini, al quale va anche, sopratutto, un grandissimo GRAZIE per come ha affrontato l'emergenza del terremoto e per come sta gestendo l'altrettanto difficile tempo della rinascita che parte anche dal mantenere viva e unita, attorno ad un simbolico abbraccio, un'intera città, baricentro della comunità.

In questa foto uno scorcio di Corso della Repubblica a sera quando il tramonto e le luminarie creavano dei bellissimi giochi di colori.

◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
© Gianluca Storani Photo Art - http://www.giast.com - È vietato l'uso o la modifica dell'opera fotografica e letteraria senza il consenso dell'autore.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
ℹ️ Questa elaborazione fotografica rappresenta una personale interpretazione artistica della scena. È consigliata la visualizzazione a schermo intero.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
📢 Scopri Macerata e i paesaggi delle Marche, un libro unico e affascinante pieno di storie, immagini ed emozioni. Info e news: http://bit.ly/macerata-marche
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
💚 Diventa un sostenitore della mia ricerca fotografica! Se apprezzi il mio lavoro, puoi aiutarmi con una libera donazione. Scopri di più: http://bit.ly/PhotoArtAngel
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
Photo

Post has attachment
"Ma quanto ti costò l'avermi amato!" .cit

Durante il periodo di Natale a Loreto ho avuto il piacere di visitare il "presepe artistico meccanico permanente Benedetto XVI", un'opera meritevole e davvero eccezionale, capace di evocare l'atmosfera della natività in tutta la sua caratteristica bellezza.

Il percorso prima di arrivare al bambinello è pieno di scenari di vita quotidiana dell'epoca e la musica in sottofondo permette di immergersi nel mistero affascinante e senza tempo di quel giorno speciale di 2016 anni fa.

◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
© Gianluca Storani Photo Art - www.giast.com - È vietato l'uso o la modifica dell'opera videografica e letteraria senza il consenso dell'autore.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦

Post has attachment
"Notte di Stelle, notte d'Amore - nasce Cristo Signore." (Frate Indovino)

Qualche giorno fa mentre mi trovavo a Loreto riflettevo sul perché il Signore abbia deciso di nascere proprio in inverno. Domanda curiosa. Tutto sommato poteva scegliere una stagione dell'anno molto più calda e confortevole per venire al mondo, chessò in primavera o in estate. Eppure scelse proprio l'inizio dell'inverno, la stagione più fredda e rigida. E sicuramente ci dev'esser stato un motivo più che valido per decidere di voler iniziare la sua vita terrena in una mangiatoia "al freddo e al gelo". Sono convinto che la vita moderna, frenetica, frettolosa e grossolana ci abbia sempre di più allontanato dal vero senso dell'avvento, dal suo significato più profondo, dal messaggio che per secoli ha portato con sé e che i nostri avi vivevano nella sua pienezza. Qualche anno fa è bastata una nevicata fuori dal normale, per bloccarci tutti nelle nostre case e per fermare forzatamente ogni nostra moderna attività. In quel frangente dove le macchine non camminavano più e la coltre bianca aveva insonorizzato e interrotto praticamente tutte le vie di comunicazione, abbiamo (ri)scoperto il vero significato dell'inverno, una stagione nella quale la vita rallenta fino quasi a fermarsi. Perché in fondo la vita ci insegna che c'è un tempo per fare, un tempo per riposare e infine un tempo per ripartire, l'inverno è proprio quel lasso di tempo nel quale la vita riposa, si ferma, e dove tutto sembra morire. Ed è proprio in questa stagione che il Signore ha deciso di farsi bambino per ricordarci che ciò che muore, nasce; ciò che rallenta, prepara; ciò che ancora non è, lo sarà presto. Il Natale dunque è vita, è luce, è speranza, è amore, è il futuro che germoglia in un dolce bambino che grida il suo primo vagito al mondo, circondato dall'affetto e dal calore della sua famiglia riunita in un tenero abbraccio.

Un messaggio che fa bene al cuore di noi marchigiani chiamati a rinascere proprio nell'inverno più cupo della nostra storia.

Buon Natale a tutti voi.

◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
© Gianluca Storani Photo Art - http://www.giast.com - È vietato l'uso o la modifica dell'opera fotografica e letteraria senza il consenso dell'autore.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
ℹ️ Questa elaborazione fotografica rappresenta una personale interpretazione artistica della scena. È consigliata la visualizzazione a schermo intero.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
📢 Scopri Macerata e i paesaggi delle Marche, un libro unico e affascinante pieno di storie, immagini ed emozioni. Info e news: http://bit.ly/macerata-marche
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
💚 Diventa un sostenitore della mia ricerca fotografica! Se apprezzi il mio lavoro, puoi aiutarmi con una libera donazione. Scopri di più: http://bit.ly/PhotoArtAngel
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
Photo

Post has attachment
"Siamo rocce e rocce resteremo." .cit

Ognuno di noi conserva nel proprio cuore dei luoghi speciali che per un motivo o per l'altro sono entrati nel tempo a far parte di noi e dei nostri ricordi. Così, dopo le forti scosse di terremoto dell'ottobre scorso il mio pensiero è volato quasi subito a Pievefavera, un piccolissimo e incantevole borgo che sorge sopra al Lago di Caccamo, che ho avuto la fortuna di visitare l'estate scorsa, ammirandolo in tutto il suo splendore.

Per giorni e settimane mi sono domandato quanti danni il sisma avesse procurato a quel gioiellino di rara bellezza. Poi l'altra sera parlando con alcuni conoscenti, ho scoperto che il paesino si è quasi del tutto salvato e che poco o nulla è andato distrutto. La motivazione? "È stato costruito sulla roccia." Una bellissima notizia in mezzo a tanto dispiacere, un luogo da visitare anche simbolicamente e non solo per la bellezza che emana ma anche perché sembra rappresentare la speranza che vince sulla distruzione.

In questa foto il "presepe" di Pievefavera, mentre scende la notte e la luna lo osserva silenziosa dall'alto.

◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
© Gianluca Storani Photo Art - http://www.giast.com - È vietato l'uso o la modifica dell'opera fotografica e letteraria senza il consenso dell'autore.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
ℹ️ Questa elaborazione fotografica rappresenta una personale interpretazione artistica della scena. È consigliata la visualizzazione a schermo intero.
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
📢 Scopri Macerata e i paesaggi delle Marche, un libro unico e affascinante pieno di storie, immagini ed emozioni. Info e news: http://bit.ly/macerata-marche
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
💚 Diventa un sostenitore della mia ricerca fotografica! Se apprezzi il mio lavoro, puoi aiutarmi con una libera donazione. Scopri di più: http://bit.ly/PhotoArtAngel
◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦ ◦
Photo
Wait while more posts are being loaded