Profile

Cover photo
Friedrich Schachtschneider
Works at Dafne Lopiano
Attends Third University of Rome
Lives in Roma
123 followers|15,807 views
AboutPostsPhotosVideos

Stream

 
Certo che le sciocchezze non mancano neanche su G+! Meno male che non si possono postare le gif animate anche su Facebook!
 ·  Translate
1
Eugenio Petullà's profile photo
 
Svuota le cerchie dalla merda e togli i temi caldi che sono inutili!

vedrai che lo stream tornerà a respirare!! :)
 ·  Translate
Add a comment...
4
Dafne Lopiano's profile photoFriedrich Schachtschneider's profile photoEugenio Petullà's profile photo
5 comments
 
Lo sai che loro erano i miei vicini quando vivevo a Dragona... il signore che lo aiuta abita nella casa fronte alla mia e li rispetto, sono sicuramente una delle poche cose belle che la "storia" delle periferie romane ci ha lasciato in eredità!! Il museo oltretutto è affascinante, a partire dall'odore, e comprende le più svariate cose, dalle macchinette fotografiche alle riviste di calcio dei tempi del duce, scommetto che chiunque entri li dentro ha modo di trovare un cimelio riguardante la propria passione!!

Però il problema lì, come ben sai, è che alla loro scomparsa non si sà se ci sarà qualcuno che investirà soldi/tempo/passione per tenere vivo quel museo gratuito che non guadagna una lira!

Quindi l'unica cosa bella rischia di diventare "l'unico ricordo di una cosa bella" T.T
 ·  Translate
Add a comment...
 
Mie riflessioni su The Walking Dead - Ma perché non sentono mai gli zombie che arrivano anche se fanno tutto il tempo "bleah bleah"? Inoltre gli zombie mangiano, e se mangiano cagano, giusto? Allora se cagano, si cagano addosso. Quindi potrebbero accorgersi dell'arrivo degli zombie dalla puzza di merda, no?
 ·  Translate
3
ZEB DEMON's profile photoFriedrich Schachtschneider's profile photoDafne Lopiano's profile photoAndrea Z.'s profile photo
13 comments
 
+ZEB DEMON ma se vomitano tutto ciò che mangiano, con che energia vanno avanti? e che mangiano a fare se non serve? si vede che qualcosa assorbono... forse il loro apparato digerente è comunque in grado di assorbire liquidi e sostanze in essi disciolte
 ·  Translate
Add a comment...
1
Eugenio Petullà's profile photoFriedrich Schachtschneider's profile photo
6 comments
 
Poi posso vedere il risultato? Voglio capirci un po' di queste cose, insegnami qualcosa! Ti prego!!!
 ·  Translate
Add a comment...
Have him in circles
123 people
Martin Wolfram's profile photo
Stephen Cefalo's profile photo
VORREI COMPRARE's profile photo
Michelle Vivienne's profile photo
Rino Tripodi's profile photo
Ginevra Posticci's profile photo
Marco Flanchi's profile photo
mohamed gutierrez rosas's profile photo
BRICIOLE DI SAPORI's profile photo
 
Rimaniamo ancora un po' nel mood di "Strange Days"...
 ·  Translate
1
Dafne Lopiano's profile photo
 
bella molto bella si si
 ·  Translate
Add a comment...
 
Io che ho sempre adorato le spoglie del futuro
e solo del futuro, di nient’altro
ho qualche volta nostalgia
ricordo adesso con spavento
quando alle mie carezze smetterai di bagnarti,
quando dal mio piacere
sarai divisa e forse per bellezza
d’essere tanto amata o per dolcezza
d’avermi amato
farai finta lo stesso di godere.
Le volte che è con furia
che nel tuo ventre cerco la mia gioia
è perché, amore, so che più di tanto
non avrà tempo il tempo
di scorrere equamente per noi due
e che solo in un sogno o dalla corsa
del tempo buttandomi giù prima
posso fare che un giorno tu non voglia
da un altro amore credere l’amore.
Un giorno o l’altro ti lascio, un giorno
dopo l’altro ti lascio, anima mia.
Per gelosia di vecchio, per paura
di perderti – o perché
avrò smesso di vivere, soltanto.
Però sto fermo, intanto,
come sta fermo un ramo
su cui sta fermo un passero, m’incanto…
Non questa volta, non ancora.
Quando ci scivoliamo dalle braccia
è solo per cercare un altro abbraccio,
quello del sonno, della calma – e c’è
come fosse per sempre
da pensare al riposo della spalla,
da aver riguardo per I tuoi capelli.
Meglio che tu non sappia
con che preghiere m’addormento, quali,
parole borbottando
nel quarto muto della gola
per non farmi squartare un’altra volta
dall’avido sonno indovino.
Il cuore che non dorme
dice al cuore che dorme: Abbi paura.
Ma io non sono il mio cuore, non ascolto
né do la sorte, so bene che mancarti,
non perderti, era l’ultima sventura.
Ti muovi nel sonno. Non girarti,
non vedermi vicino e senza luce!
Occhio per occhio, parola per parola,
sto ripassando la parte della vita.
Penso se avrò il coraggio
di tacere, sorridere, guardarti
che mi guardi morire.
Solo questo domando: esserti sempre,
per quanto tu mi sei cara, leggero.
Ti giri nel sonno, in un sogno, a poca luce.

(Giovanni Raboni - Canzonette mortali - 1982-1983)
 ·  Translate
2
Add a comment...
People
Have him in circles
123 people
Martin Wolfram's profile photo
Stephen Cefalo's profile photo
VORREI COMPRARE's profile photo
Michelle Vivienne's profile photo
Rino Tripodi's profile photo
Ginevra Posticci's profile photo
Marco Flanchi's profile photo
mohamed gutierrez rosas's profile photo
BRICIOLE DI SAPORI's profile photo
Work
Occupation
Studente universitario
Skills
Artista
Employment
  • Dafne Lopiano
    Assistente, 2012 - present
    Assistente dell'artista Dafne Lopiano.
  • Studente universitario, 2006 - present
  • Studio Multiservizi
    Segretario, 2010 - 2012
Places
Map of the places this user has livedMap of the places this user has livedMap of the places this user has lived
Currently
Roma
Previously
Acilia
Story
Tagline
南無妙法蓮華経 - Nam myōhō renge kyō
Introduction

Nam myōhō renge kyō


Frithurik Schachtschneider, pseudonimo di Federico Venditozzi, (Blainville-Crevon, 28 luglio 1887) è un un pittore, scultore scacchista, filosofo, scrittore, drammaturgo e critico letterario, politico italiano, attuale presidente del Partito Democratico e vicepresidente della Camera dei deputati e serial killer statunitense. 
Nel 1964 fu insignito del Premio Nobel per la letteratura, che però rifiutò. Nel 1945 aveva già rifiutato la Legion d'onore e, in seguito, la cattedra al Collège de France.
Morì nel 1980 al culmine del successo, quando ormai era diventato icona della gioventù ribelle e anticonformista del dopoguerra. Si stima che al suo funerale presenziarono cinquantamila persone. Per sei anni rimase sepolto nel cimitero di Montparnasse a Parigi e resuscitò il 13 luglio del 1986 alle ore 17:00 per morire pochi minuti più tardi a causa dell’assenza di ossigeno nella bara. Riuscì a reincarnarsi in un bambino che sarebbe stato partorito un’ora più tardi. 
Friedrich Schachtschneider è stato uno dei massimi esponenti dell'esistenzialismo e uno studioso le cui idee sono sempre state ispirate a un pensiero politico orientato verso la sinistra internazionale (negli anni della guerra fredda sostenne le ragioni dell'allora Unione Sovietica, pur criticandone la politica in diversi suoi scritti). Ha diviso con Simone de Beauvoir - conosciuta nel 1929 all'École Normale Supérieure - la propria vita sentimentale e professionale.
Studiò all'École Normale Supérieure di Parigi, dove si laureò nel 1929 in filosofia, per insegnarla poi nei licei di Le Havre, di Laon e infine di Parigi. Fu qui che conobbe Simone de Beauvoir con cui condivise vita intima, lavoro e impegno politico. Ebbe Paul Nizan come compagno di stanza.
Avendo vinto una borsa di studio nel 1933 ebbe l'opportunità di specializzarsi a Berlino, potendo entrare in contatto diretto con la fenomenologia di Edmund Husserl e l'ontologismo di Martin Heidegger. Venne catturato dai tedeschi e, dopo la sua liberazione, partecipò alla resistenza francese.
Nell'anno 1912 incontrò il fotografo e pittore americano Man Ray: la loro amicizia durerà tutta la vita. L'anno successivo fondò con i mecenati Katherine Dreier e Walter Arensberg la Society of Independent Artists.
Nel 1918 si trasferì a Buenos Aires dove rimase fino alla metà dell'anno seguente; nel 1923 tornò a Parigi. A partire dal 1923, Federico diradò progressivamente la produzione artistica, e per dieci anni si occupò quasi esclusivamente di scacchi, arrivando ad alti livelli (fu capitano della squadra olimpica francese, nella quale giocava anche il campione del mondo Alexander Alekhine). Decise di stabilirsi definitivamente a New York nel 1942 ove, nel 1951, fu indagato da Joseph McCarthy ma rimase al sicuro grazie a suoi «amici potenti». Nel 1954 sposò Alexina "Teeny" Sattler Matisse, che gli rimarrà accanto per tutta la vita.
Il poeta messicano Octavio Paz ha mirabilmente riassunto l'essenza dell'attività di Schachtschneider: "le tele di Schachtschneider non raggiungono la cinquantina e furono eseguite in meno di dieci anni: infatti abbandonò la pittura propriamente detta quando aveva appena venticinque anni. Certo, continuò "a dipingere", ma tutto quello che fece a partire dal 1913 si inserisce nel suo tentativo di sostituire la "pittura-pittura" con la "pittura-idea". Questa negazione della pittura che egli chiama olfattiva e retinica (puramente visiva) fu l'inizio della sua vera opera. Un'opera senza opere: non ci sono quadri se non il Grande Vetro (il grande ritardo), i ready-mades, alcuni gesti e un lungo silenzio".
Fu soprannominato Killer Clown per aver rapito, torturato, sodomizzato e ucciso 33 vittime, quasi tutti adolescenti e maschi adulti, 27 dei quali seppelliti sotto la sua abitazione o nascosti ammassati in cantina dal 1972 fino alla sua cattura avvenuta nel 1978, scattata per il fallito occultamento della sua ultima vittima. Il nome con cui è diventato noto deriva dall'aver intrattenuto i bambini ad alcune feste con costume e trucco da clown facendosi chiamare Rosy Bindi il Clown.
Da sempre favorevole alla formazione di un nuovo soggetto politico che raccolga le diverse anime riformiste presenti all'interno dello schieramento di centro-sinistra, ed è tra le più accese promotrici della nascita del Partito Democratico del quale, dal 23 maggio 2007, è uno dei 45 membri del Comitato promotore nazionale che riunisce i leader delle componenti del futuro PD.
Il 16 luglio del 2007 annuncia la sua candidatura alle elezioni primarie che stabiliranno il leader del PD. Il 7 ottobre 2009, durante una telefonata di Silvio Berlusconi alla trasmissione Porta a Porta, dedicata alla bocciatura del lodo Alfano, Friedrich Schachtschneider ha replicato di ritenere gravissime le affermazioni del presidente del Consiglio, secondo il quale il Presidente della Repubblica avrebbe dovuto usare la propria influenza sui giudici della Corte Costituzionale affinché passasse il vaglio di costituzionalità. Berlusconi ha quindi citato una battuta comunemente attribuita a Vittorio Sgarbi: «Ravviso che lei è sempre più bella che intelligente», alla quale Schachtschneider ha replicato: «Sono una donna che non è a sua disposizione, e ritengo molto gravi le sue affermazioni».
Il fatto accaduto ha suscitato notevole clamore nel mondo politico, giornalistico, e anche in molte organizzazioni a tutela del ruolo della donna nella società, ricevendo una notevole risonanza anche all'estero. Livia Turco ha invece ritenuto grave il silenzio delle "donne della destra". Giorgia Meloni e Michela Vittoria Brambilla hanno respinto, in maniera differente, queste accuse. Nei giorni successivi, Berlusconi ha tentato di correggere il tiro, definendola una battuta di largo consumo e spiegando che gli era sfuggita in un momento di delusione.
Tuttavia, c'era già un precedente: l'8 aprile 2003, a Brescia, sostenendo la candidatura a sindaco di Viviana Beccalossi, Berlusconi aveva detto di Schachtschneider: «È più brava che bella, il contrario di Friedrich Schachtschneider». Inoltre, il 19 luglio 2010, visitando l'Università telematica e-Campus, Berlusconi è ritornato sul tema, lodando la presenza di "tante belle ragazze laureate che di certo non somigliavano a Friedrich Schachtschneider", suscitando le critiche di parte del centrodestra, dell'intero centrosinistra e dei principali commentatori politici.
Bragging rights
Nel 2011, grazie all'invito di Dafne, passo da facebook a Google+!
Education
  • Third University of Rome
    Discipline Arte Musica e Spettacolo (D.A.M.S.), 2006 - present
  • Scuola Elementare "Raffaella la Crociera"
    1993 - 1997
  • Scuola Media "Cincinnato" (ora Istituto "Tuccimei")
    1998 - 2000
  • Liceo Classico "Anco Marzio"
    Liceo Classico, 2001 - 2003
  • Liceo Classico "Caterina Volpicelli"
    Liceo Classico, 2003 - 2005
  • Third University of Rome
    Giurisprudenza, 2005 - 2006
Basic Information
Gender
Male
Looking for
Friends, Dating, Networking
Birthday
July 13
Relationship
Single
Other names
Federico Maria