Profile

Cover photo
Finanza In borsa
Works at finanzain
118 followers|37,464 views
AboutPostsPhotosVideos+1'sReviews

Stream

Finanza In borsa

Shared publicly  - 
 
trainspotting...Scegliete la vita; scegliete un lavoro; scegliete una carriera; scegliete la famiglia; scegliete un maxitelevisore del cazzo; scegliete lavatrici, macchine, lettori CD e apriscatole elettrici. Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita; scegliete un mutuo a interessi fissi; scegliete una prima casa; scegliete gli amici; scegliete una moda casual e le valigie in tinta; scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritelo con una stoffa del cazzo; scegliete il fai da te e chiedetevi chi cacchio siete la domenica mattina; scegliete di sedervi sul divano a spappolarvi il cervello e lo spirito con i quiz mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in uno squallido ospizio ridotti a motivo di imbarazzo per gli stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi; scegliete un futuro; scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa così? Io ho scelto di non scegliere la vita: ho scelto qualcos'altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l'eroina?(Mark Renton) 
 ·  Translate
1
Add a comment...

Finanza In borsa

Shared publicly  - 
1
Add a comment...

Finanza In borsa

Shared publicly  - 
 
www.finanzain.it - condividi su google+

Al via la missione ‘Finanza per la crescita’. Il Ministro dell’economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, e il Ministro per lo sviluppo economico, Federica Guidi, hanno concordato una strategia per potenziare gli strumenti di finanziamento delle imprese, soprattutto piccole e medie, e superare così le difficoltà che ostacolano il rilancio degli investimenti. La missione viene affidata alle segreterie tecniche dei due dicasteri, guidate da Fabrizio Pagani (Mef) e da Stefano Firpo (Mise), e riveste un’importanza particolare in vista del semestre italiano di presidenza della Ue, che si caratterizzerà anche per la presentazione di proposte concrete sul tema. L’iniziativa, alla quale parteciperanno i rappresentanti della Banca d’Italia, è stata avviata oggi, a seguito di un incontro tra i ministri Padoan e Guidi, presente anche il direttore generale dell’Istituto di via Nazionale, Salvatore Rossi.
La missione si attiverà da subito per valutare le misure finora introdotte, la loro concreta attuazione, e per studiare l’introduzione di nuovi strumenti di accesso al finanziamento. Negli ultimi due anni, da gennaio 2012 a dicembre 2013, secondo i dati della Bce si è verificata una contrazione del credito bancario alle imprese pari a circa 88 miliardi. Il contrasto al credit crunch è una delle priorità dell’azione del governo, che ha come obiettivo il rilancio della crescita economica e la creazione di posti di lavoro.
Gli ambiti di intervento nel breve-medio periodo vanno dal potenziamento dello strumento della garanzia pubblica – valutando anche iniziative comuni con la Banca Europea degli Investimenti (Bei) – allo sviluppo di fondi di credito sulla scia di altre esperienze internazionali di successo, ad una maggiore partecipazione degli investitori istituzionali che veicolano risparmio di lungo periodo (fondi pensione, casse previdenziali, compagnie di assicurazione). Altri interventi allo studio riguardano misure per favorire l’apporto di capitale proprio nel tessuto imprenditoriale (ad esempio potenziando lo strumento dell’Ace), per incoraggiare la quotazione in borsa attraverso norme di semplificazione e attivando incentivi fiscali mirati, per rendere più conveniente il reinvestimento degli utili, per estendere la disciplina del crowdfunding, oggi circoscritta alle start up innovative. Particolare attenzione sarà riservata allo strumento dei ‘mini-bond’.
Il Ministro dell’Economia e delle Finanze Padoan ha sottolineato come l’attenzione del governo verso l’economia reale sia a tutto campo: “Da un lato l’alleggerimento della pressione fiscale per le famiglie a reddito medio-basso e per le imprese attraverso la riduzione permanente dell’Irap, dall’altro il sostegno alle imprese perché rafforzino la loro capacità di investimento La costituzione, oggi, della missione Mef-Mise-Bankitalia per monitorare e potenziare gli effetti degli interventi di sostegno già avviati e per elaborare congiuntamente nuove iniziative aumenterà l’efficacia degli strumenti a disposizione delle imprese volti a reperire finanziamenti in una fase in cui la crisi economica ha creato maggiori difficoltà di accesso al credito. Auspico che nel semestre italiano di presidenza dell’Unione Europea possiamo portare sul tavolo proposte concrete per affrontare la discussione in una dimensione più ampia’’.
IL Ministro dello sviluppo economico Guidi ha sottolineato che “le difficoltà di reperimento di fonti di finanziamento rappresentano un ostacolo per le imprese italiane nel cammino della ripresa e un vincolo al rilancio degli investimenti. Il Decreto Sviluppo del 2012, la Legge di Stabilità del 2013 e il recente Decreto Destinazione Italia hanno rafforzato e ampliato l’offerta dei canali di credito per le PMI; ma per una maggiore efficacia degli interventi avviati, occorre un adeguato e continuo monitoraggio dell’attuazione e degli effetti generati. Una collaborazione strutturata e permanente tra le segreterie tecniche del MEF e del MISE – ha concluso Federica Guidi - costituisce un fatto inedito in grado di generare effetti molto positivi: la costituzione di un tavolo per discutere congiuntamente di nuovi strumenti di policy e per valutare gli impatti delle riforme già introdotte, può, infatti, rafforzare gli impulsi alla definizione di un quadro di interventi di politica economica con una finalità univoca e quindi maggiormente efficace”.
La missione già nei prossimi giorni avvierà consultazioni con gli stakeholder, tra cui Cassa Depositi e Prestiti, Abi, Confindustria, Fondo Italiano d’Investimento e investitori di lungo periodo, con l’obiettivo di individuare in tempi brevi soluzioni concrete.
 

————

Roma, 07 aprile 2014
 ·  Translate
1
1
Finanza In borsa's profile photo
Add a comment...
Have him in circles
118 people
Liza Sichon's profile photo
Emilia Gabriele's profile photo
Simone Mordenti's profile photo
Adele Theron's profile photo
Gioele Strda's profile photo

Finanza In borsa

Shared publicly  - 
 
 
www.finanzain.it - condividi su google+

Al via la missione ‘Finanza per la crescita’. Il Ministro dell’economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, e il Ministro per lo sviluppo economico, Federica Guidi, hanno concordato una strategia per potenziare gli strumenti di finanziamento delle imprese, soprattutto piccole e medie, e superare così le difficoltà che ostacolano il rilancio degli investimenti. La missione viene affidata alle segreterie tecniche dei due dicasteri, guidate da Fabrizio Pagani (Mef) e da Stefano Firpo (Mise), e riveste un’importanza particolare in vista del semestre italiano di presidenza della Ue, che si caratterizzerà anche per la presentazione di proposte concrete sul tema. L’iniziativa, alla quale parteciperanno i rappresentanti della Banca d’Italia, è stata avviata oggi, a seguito di un incontro tra i ministri Padoan e Guidi, presente anche il direttore generale dell’Istituto di via Nazionale, Salvatore Rossi.
La missione si attiverà da subito per valutare le misure finora introdotte, la loro concreta attuazione, e per studiare l’introduzione di nuovi strumenti di accesso al finanziamento. Negli ultimi due anni, da gennaio 2012 a dicembre 2013, secondo i dati della Bce si è verificata una contrazione del credito bancario alle imprese pari a circa 88 miliardi. Il contrasto al credit crunch è una delle priorità dell’azione del governo, che ha come obiettivo il rilancio della crescita economica e la creazione di posti di lavoro.
Gli ambiti di intervento nel breve-medio periodo vanno dal potenziamento dello strumento della garanzia pubblica – valutando anche iniziative comuni con la Banca Europea degli Investimenti (Bei) – allo sviluppo di fondi di credito sulla scia di altre esperienze internazionali di successo, ad una maggiore partecipazione degli investitori istituzionali che veicolano risparmio di lungo periodo (fondi pensione, casse previdenziali, compagnie di assicurazione). Altri interventi allo studio riguardano misure per favorire l’apporto di capitale proprio nel tessuto imprenditoriale (ad esempio potenziando lo strumento dell’Ace), per incoraggiare la quotazione in borsa attraverso norme di semplificazione e attivando incentivi fiscali mirati, per rendere più conveniente il reinvestimento degli utili, per estendere la disciplina del crowdfunding, oggi circoscritta alle start up innovative. Particolare attenzione sarà riservata allo strumento dei ‘mini-bond’.
Il Ministro dell’Economia e delle Finanze Padoan ha sottolineato come l’attenzione del governo verso l’economia reale sia a tutto campo: “Da un lato l’alleggerimento della pressione fiscale per le famiglie a reddito medio-basso e per le imprese attraverso la riduzione permanente dell’Irap, dall’altro il sostegno alle imprese perché rafforzino la loro capacità di investimento La costituzione, oggi, della missione Mef-Mise-Bankitalia per monitorare e potenziare gli effetti degli interventi di sostegno già avviati e per elaborare congiuntamente nuove iniziative aumenterà l’efficacia degli strumenti a disposizione delle imprese volti a reperire finanziamenti in una fase in cui la crisi economica ha creato maggiori difficoltà di accesso al credito. Auspico che nel semestre italiano di presidenza dell’Unione Europea possiamo portare sul tavolo proposte concrete per affrontare la discussione in una dimensione più ampia’’.
IL Ministro dello sviluppo economico Guidi ha sottolineato che “le difficoltà di reperimento di fonti di finanziamento rappresentano un ostacolo per le imprese italiane nel cammino della ripresa e un vincolo al rilancio degli investimenti. Il Decreto Sviluppo del 2012, la Legge di Stabilità del 2013 e il recente Decreto Destinazione Italia hanno rafforzato e ampliato l’offerta dei canali di credito per le PMI; ma per una maggiore efficacia degli interventi avviati, occorre un adeguato e continuo monitoraggio dell’attuazione e degli effetti generati. Una collaborazione strutturata e permanente tra le segreterie tecniche del MEF e del MISE – ha concluso Federica Guidi - costituisce un fatto inedito in grado di generare effetti molto positivi: la costituzione di un tavolo per discutere congiuntamente di nuovi strumenti di policy e per valutare gli impatti delle riforme già introdotte, può, infatti, rafforzare gli impulsi alla definizione di un quadro di interventi di politica economica con una finalità univoca e quindi maggiormente efficace”.
La missione già nei prossimi giorni avvierà consultazioni con gli stakeholder, tra cui Cassa Depositi e Prestiti, Abi, Confindustria, Fondo Italiano d’Investimento e investitori di lungo periodo, con l’obiettivo di individuare in tempi brevi soluzioni concrete.
 

————

Roma, 07 aprile 2014
 ·  Translate
1
Add a comment...

Finanza In borsa

Shared publicly  - 
1
Add a comment...

Finanza In borsa

Shared publicly  - 
1
Add a comment...

Finanza In borsa

Shared publicly  - 
1
Add a comment...
People
Have him in circles
118 people
Liza Sichon's profile photo
Emilia Gabriele's profile photo
Simone Mordenti's profile photo
Adele Theron's profile photo
Gioele Strda's profile photo
Work
Employment
  • finanzain
    present
Contact Information
Home
Email
Address
London
Work
Email
Story
Tagline
Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre
Introduction
Guida al  trading online sul forex e con i cfd
-siti web:
Opzioni binarie
.
Finanza in Forex 

Basic Information
Gender
Male
Other names
Paolo, Finanzain anteprima, Finanza in borsa
Finanza In borsa's +1's are the things they like, agree with, or want to recommend.
Trading online forex
finanzain.it

eTORO - il social investment facile fax. +44-866-350-0881;sito web eTORO/it. Broker di cfd; eTORO è leader nel social trading. Pioniere del

Trading online forex
finanzain.it

Affermato broker presente sul mercato dei cfd e forex da molti anni.

antonio cesarano
plus.google.com

antonio cesarano non ha condiviso nulla con te su questa pagina.

Trading online forex
www.finanzain.it

Forex e cfd, come fare trading online. Broker review e consigli pratici per investire consapevolmente nei mercati finanziari.

Trading online forex
finanzain.eu

Il trading online consente l'acquisto e la vendita online di strumenti finanziari.investire nei mercati con i cfd in tempo reale

Contact us | Opzioni Binarie trading
www.binarie.it

Richiesta informazioni Se volete potete contattare il team via email Scriveteci per suggerimenti o se volete scrivere su questo sito

Trading online forex
finanzain.it

broker di cfd quotato alla borsa di Londra. Piattaforma di trading adatta a tutti i livelli di esperienza.

Trading online forex
finanzain.it

broker di cfd quotato alla borsa di Londra. Piattaforma di trading adatta a tutti i livelli di esperienza.

BDSwiss recensione
www.binarie.it

broker emergente di opzioni binarie offre una vasta gamma di opzioni e piattaforme 100% web,sicure e veloci

trading binario
www.binarie.it

Il trading con le opzioni binarie è veloce e non richiede essere esperti di finanza

fare trading online
www.binarie.it

I vantaggi di fare trading online e le insidie dei mercati.

optionweb recensione
www.binarie.it

Optionweb è una società di opzioni binarie che offre ai propri clienti i migliori mezzi per fare trading, piattaforme veloci e sicurezza dei

broker opzioni binarie
www.binarie.it

di seguito una lista dei maggiori broker di opzioni binarie e i vostri commenti

Grafici online
www.finanzain.it

I grafici sono utili, ti aiutano a investire consapevolmente!

Avatrade.it
www.finanzain.it

broker premiato con esperienza, presente sul mercato dei cfd da molti anni.

Posto panoramico e ambiente accogliente. Cibo buono e tradizionale, ma l'antipasto consiste solamente in un semplice piatto di salumi, e non ci sono primi piatti. Rimane comunque un bel posto, buon servizio e ottimo rapporto qualità prezzo. Da provare!
Public - 8 months ago
reviewed 8 months ago
Bell'ambiente, cibo buono. Purtroppo l'antipasto è scarso e il servizio è un po' troppo veloce. Il conto, leggermente alto.
Public - 8 months ago
reviewed 8 months ago
2 reviews
Map
Map
Map