2009_01_04 Monastero di Benediktbeuern
Il Monastero di Benedicktbeuern, in tedesco Kloster Benediktbeuern (in latino Bura Sancti Benedicti) è un antico complesso benedettino, oggi dei Salesiani, situato nel comune bavarese di Benediktbeuern, in Germania
Il monastero benedettino venne fondato da San Bonifacio nel 739[1] e divenne famoso nel Medioevo come Scriptorium, tanto che nel 1230 vi fu realizzato il Codex Buranus, l'importante codice miniato contenente il celebre manoscritto dei Carmina Burana, un insieme di canti poetici medievali in tedesco, latino e francese.
Nel 1273 vi ebbe luogo la prima processione del Corpus Domini (Fronleichnamsprozession) in Baviera.
Tra il 1669 e il 1685 tutti gli edifici monastici vennero rifatti secondo le nuove tendenze dettate dall'architettura barocca. Nel 1722 venne realizzata la biblioteca.
Il monastero venne secolarizzato nel 1803 e nella sua biblioteca venne trovato il famoso manoscritto medievale dei Carmina Burana, oggi alla Bayerische Staatsbibliothek di Monaco di Baviera. I Carmina Burana devono il nome a Johann Andreas Schmeller, il linguista tedesco che ne pubblicò la prima edizione completa nel 1847. Carl Orff musicò, modificandone i temi originali, alcuni di questi poemi nel 1935-36.
Con la secolarizzazione gli edifici monastici furono adibiti a vetreria, ruolo che ricoprì fino al 1884. Il fisico e ottico Joseph von Fraunhofer vi diresse un istituto fra il 1809 e il 1819 e scoprì qui le Linee di Fraunhofer. Oggi i locali della vetreria sono un Museo.
Nel 1930 tutto il complesso venne acquistato dai Salesiani di Don Bosco, che v'installarono un istituto superiore di Teologia e Pedagogia.
Nel 1972 la chiesa di San Benedetto venne elevata a rango di Basilica minore.
Shared publicly