Profile cover photo
Profile photo
Emilio Tortora
51 followers -
Never Back Down
Never Back Down

51 followers
About
Posts

Post has attachment
Secondo latitante più pericoloso d'Europa catturato
Dopo circa 20 anni di latitanza è stato arrestato nella notte il boss ‘ndranghetista Ernesto Fazzalari, considerato il secondo latitante più pericoloso d’Europa Dopo  20 anni di latitanza  è stato arrestato nella notte il  boss ‘ndranghetista Ernesto Fazzal...
Add a comment...

Post has attachment
Bomba d'acqua su Nocera Inferiore, leggi l'articolo su http://www.zerottonove.it/bomba-d-acqua-su-nocera-immagini/
Add a comment...

Post has attachment
In seguito alla bomba d’acqua che si è abbattuta poco fa su Nocera Inferiore, arrivano le direttive del sindaco Manlio Torquato. Ecco quali
Add a comment...

Post has attachment
Il nuovo format radiofonico della radio che nuoce alla salute 
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
L'Isis, lo Stato Islamico d'Iraq e Siria, fonda le sue radici in Syria nell'ambito della guerriglia per rovesciare il governo di Hassad. Cresce col passare dei mesi, si espande a macchia d'olio, si fa conoscere in tutto il mondo e ora, l'organizzazione guidata da un gruppo di estremisti islamici, sembra non volersi più accontentare. Partita dal lontano Iraq è ora giunta in Libia, per tingere di rosso le sabbie della costa libica con il sangue di 21 cristiani copti, lanciando esplicitamente l'ennesimo messaggio di guerra all'Occidente. Seppur, importanti esperti di comunicazione manifestino la loro ferma indecisione sull'autenticità di tale video, resta di fatto che continuano le guerriglie tra le truppe egiziane e i terroristi islamici, per evitare che l'avanzata terroristica dell'ISIS si occidentalizzi sempre di più. Le Nazioni Unite si sono dette più volte pronte a fronteggiare tale minaccia e la Francia ha già inviato 3 caccia bombardieri in ricognizione, in maniera tale da tenere la situazione “sotto controllo”. La bomba aspetta solo che qualcuno accenda la miccia.

L'ISIS anzitutto si occupa di comunicazione, vuole a tutti i costi comunicare che sono pronti a sferrare un attacco in qualsiasi momento, facendo sì che i loro video-messaggi già siano una forma violenta di terrorismo. Decapitazioni, ostaggi arsi vivi, violenza esplicita e metodi di addestramento feroci. Nel frattempo, il califfato controllato da Abu Bakr Al Baghdadi, lancia una nuova minaccia all'Occidente, in particolare all'Italia e alla sua Capitale: «con le mani sul grilletto stiamo arrivando a Roma» si sente nel video-messaggio; poi una foto dove è visibile chiaramente il Colosseo dominato da una bandiera nera riportante il simbolo dell'ISIS. Le intimidazioni continuano con «le onde ancora ci separano ma questo è un mare piccolo, è una promessa al nostro Profeta, state attenti ogni stupido passo vi costerà caro» creando quel terrore mediatico che sembra già essere una vera e propria guerra.


L'ISIS, che estremizza la Sharia rendendola propria quanto più possibile, impone ai “sudditi” un arruolamento forzato tra le sue fila, costringendo soprattutto i bambini a prenderne parte. L'età di reclutamento varia tra i 10 e i 13 anni, quanto più piccoli sono meglio è, per far sì che la concezione jihadista entri nelle loro menti più rapidamente. I bambini sono prima sottoposti a lavaggio di cervello con la lettura di alcuni mirati passi del Corano e di tanti altri libri che gli violentano i pensieri con brutale persuasione. Poi attraversano un rito di passaggio che li porta a “diventare uomini” della jihad. Pregano più volte al giorno, gli viene insegnato a caricare un fucile d'assalto, gli vengono insegnate le tecniche di combattimento corpo a corpo e sul campo, costringendoli a vivere sulla propria pelle i pericoli che si corrono durante una guerriglia.

Oltre agli stratagemmi tecnici e alle ideologie estremiste gli viene prima di tutto insegnato come affrontare, incassare e sopportare il dolore, per non arrendersi a nessun ostacolo e a superarlo con facilità. I bambini dell'Isis non sono più dei bambini ma delle vere e proprie macchine da guerra.

Servizio a cura di Giovanni Nigro & Emilio Tortora ( G.E.N.T. Service & Information )
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Lo Juventus Club “Alessandro Del Piero” di Bracigliano (SA) è riuscito a riunire, in pochi anni, un intero territorio sotto la stessa fede calcistica attraverso il contatto diretto con gli amanti di questo sport
Add a comment...

Post has attachment
Questa giungla ti distrugge? Smetti di abbuffarti di gocciole e sintonizzati su radio Giungla Urbana! Il puro intrattenimento giovanile lo trovi solo con noi ;)
Add a comment...

Post has attachment
Non fate caso alla mia voce poco ortodossa bensì al contenuto. De André è un poeta cantante unico nel suo genere. Capirete perché!
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded