Profile cover photo
Profile photo
Donatella Di Mauro
542 followers -
La LIBERTA' non sta nello scegliere tra bianco e nero, tra bello e brutto, tra giusto e sbagliato ... ma sta nel sottrarsi a tutte queste scelte PRESCRITTE!
La LIBERTA' non sta nello scegliere tra bianco e nero, tra bello e brutto, tra giusto e sbagliato ... ma sta nel sottrarsi a tutte queste scelte PRESCRITTE!

542 followers
About
Communities and Collections
View all
Posts

Post has attachment
Non tutti devono necessariamente essere d’accordo sullo stesso punto di vista.
NON ESISTONO VERITA’ ASSOLUTE.
#malcomprensione
Add a comment...

Prestate attenzione, osservate le tracce, decifrate il loro significato e alla fine …
L’esistenza ci appare misteriosa perché abbiamo l’impressione che il nostro destino ci venga in qualche modo nascosto, e che solo alla fine dei nostri giorni potremo guardarci alle spalle e scorgere il sentiero che abbiamo percorso.
In retrospettiva, la narrazione della nostra vita ci sembra perfettamente logica…
La maggior parte delle persone guarda dietro di sé e si domanda: Perché mai ero... così preoccupato? Perché sono stato così severo con me stesso e con gli altri?
Se fossimo capaci di vivere sempre al livello dell’anima, non ci sarebbe alcuni bisogno di un’analisi retrospettiva per apprezzare le grandi verità della vita, che conosceremmo in anticipo.
Parteciperemmo alla creazione delle nostre avventure, il nostro percorso sarebbe ben definito e noi non avremmo alcun bisogno di cartelli indicatori, tracce e coincidenze.
La maggior parte di noi, però, non vive al livello dell’Anima: non possiamo allora esimerci dal ricorrere alle coincidenze, ad indicatori e tracce per scoprire la volontà dell’Universo.
Purtroppo noi siamo così attaccati al nostro Io locale, individuale e personale da ritrovarci accecati davanti alla magnificenza di ciò che si trova OLTRE.
L’ignoranza non è altro che consapevolezza ristretta.
Per poter notare qualcosa dobbiamo ignorare tutto il resto.
Quando divento consapevole di una certa cosa, io ignoro ciò che la circonda.
Quando l’Io che è il mio Ego osserva, si focalizza sul particolare e trascura l’universale,
Quando l’Io Spirito guarda, vede il flusso dell’universo che rende possibile quel determinato particolare.
Non appena impariamo a vivere al livello dell’Anima diventiamo consci degli straordinari modelli e dei ritmi sincronici che governano la nostra intera esistenza, comprendiamo la struttura dei ricordi e delle esperienze che hanno fatto di noi ciò che siamo ORA, ci liberiamo da ansie e paure e osserviamo con stupore il mondo che si spalanca davanti ai nostri occhi.

Estratti vari dal testo “Le Coincidenze per realizzare in modo spontaneo i propri desideri” di Deepak Chopra

#lavitatiparlaascoltala   #coincidenze   #sincrodestino  
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Photo
Add a comment...

Post has attachment
CAOS E DISORDINE

Siamo incastrati in un sistema che si diverte ad imporci regole, a farci rispettare leggi, a costringerci ad azioni e comportamenti non sempre condivisi. Tutto questo avviene grazie al potere della PAURA, quell’arma potente che chi si trova “ai vertici” riesce a manovrare con abilità e grande astuzia.

Noi sonnecchiamo e ci divincoliamo nel raggiungere quelle mete imposte da altri, utili per RISPETTARE un finto potere, una forza che vuole modellarci a suo piacere impedendoci di vivere la vita che meritiamo. ...

#caos   #disordine   #ribellione   #vita  
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Deepak Chopra parla di tre livelli di esistenza:

1) Regno fisico e materiale [5 sensi]
2) Informazioni ed energia [Mente, Ego..]
3) Intelligenza o Coscienza ...

I tre regni, delineano, di fatto, un percorso chiaro che l’uomo dovrebbe mettere in atto per poter tornare ad essere VERAMENTE CONSAPEVOLE.

Il regno fisico materiale concerne ciò che apprendiamo e percepiamo attraverso i nostri 5 sensi.
Quindi, rimanda alla realtà che vediamo, annusiamo, tocchiamo, ascoltiamo, gustiamo ….
Quanti di noi sanno già utilizzare nel giusto modo questi sensi?

- Quando qualcuno ci parla riusciamo ad ascoltarlo DAVVERO o siamo sempre e solo sintonizzati sui nostri pensieri? Veniamo rapiti dalle sue parole o siamo semplicemente concentrati sulla battuta successiva da fare o sulla risposta giusta da dare?

- Quando tocchiamo un oggetto, siamo in grado di sentire appieno le emozioni che ci trasmette? Ne percepiamo davvero le fattezze, le spigolature, le curve, la superficie liscia …?

- Quando guardiamo un tramonto, un paesaggio meraviglioso, un’opera d’arte magnifica, riusciamo a perderci ed inebriarci totalmente della sua bellezza?

- Quando consumiamo i nostri pasti, siamo in grado di assaporare il loro gusto in modo pieno e sentito o lo facciamo rapiti dal poco tempo che ci rimane per poter fare altre 1000 cose nell’arco della giornata?
Ecco, questo è l’ABC.
Il punto di partenza banale.
Con chi vogliamo parlare di Anima, Coscienza, Spirito, Amore incondizionato?
Con chi ancora non ha superato nemmeno le prime fasi dell’Asilo?

Poi, passiamo al secondo livello, quello che concerne mente ed Ego (tralascio il Sé).
Quanti di noi conoscono effettivamente il funzionamento della propria mente?
Non parlo di una approfondita conoscenza scientifica, che non compete tutti, ma delle strutture basilari che tendono ad attivarla.

- Chi conosce la suddivisione dei tre cervelli, rettile, limbico e neocorteccia? Chi sa che degli stimoli esterni attivano delle aree piuttosto che altre?

- Chi si rende conto dei personali automatismi? Delle azioni ripetute, delle abitudini malsane portate in campo quotidianamente, dei gesti ripetitivi inutili?

- Chi si rende conto delle proprie reazioni istintive, degli scatti d’ira improvvisi, dei pianti ingiustificati, della rabbia repressa?

- Chi delle subpersonalità nelle quali si identifica e che rappresentano solo una fittizia facciata, costruita come autodifesa e come atteggiamento acquisito attraverso i condizionamenti esterni?

Vogliamo parlare di allontanare mente, Ego con chi ancora non ha compreso di che pasta sono fatti, come agiscono e come si muovono?

 Vogliamo parlarne con chi ancora scatta in un’ira furibonda se non riesce ad aprire una scatoletta di tonno o non gli viene data la precedenza ad un incrocio?

 Vogliamo parlare attenzione divisa, osservazione, ricordo di sé … di presenza con chi ancora non ha capito che significa ASSENZA?
Tutti ad impastarsi la bocca con la frase “dobbiamo allontanare l’EGO”… ma chi ha compreso che cosa è veramente l’EGO?

 Detestiamo la mente, diciamo di doverla mettere da parte. E se la mente fosse invece lo strumento principe da regolare e resettare per costruire in modo consapevole la nostra realtà?

Non mi soffermo, dunque, sul terzo livello, quello dove segni, simboli e coincidenze iniziano ad avere il loro senso…. Perché, ora, non avrebbe “senso”.

Se non sistemiamo prima i due livelli di partenza staremo a raccontarci, in eterno, la rava e la fava.

Posso credere che una farfalla posatasi sul davanzale del mio balcone avrà un significato diverso da quello che rappresenta, ma …
CREDERE NON SIGNIFICA ESSERE CONSAPEVOLI.
Se non avrò prima messo a posto tutto ciò che concerne il mio “IO SONO QUI SULLA TERRA “ quella farfalla assumerà le caratteristiche generate dalla fervida, succulenta e fantastica immaginazione del vostro EGO e della vostra Mente, che agiranno traendovi semplicemente in inganno.

Crediamo con consapevolezza.

#consapevolezza   #presenza   #coscienza   #lavitatiparlaascoltala  
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
La nostra esistenza si articola su tre livelli diversi:

1) Il primo livello, IL REGNO FISICO MATERIALE, corrisponde all’universo visibile. È il mondo che conosciamo e che, erroneamente, definiamo reale. Comprende il nostro corpo e tutto ciò che vediamo.

2) Il secondo livello è costituito da INFORMAZIONI ED ENERGIA. Siamo nel regno quantico, dove niente può essere visto e toccato dai nostri cinque sensi. Ne fanno parte la nostra mente, l’Ego, il nostro Sé.

3) Il terzo livello dell’esistenza è costituito dall’INTELLIGENZA O COSCIENZA e viene anche definito virtuale o spirituale. Il termine più adatto è “non-locale” perché non può essere confinato né dentro di noi, né fuori da qualche parte. Semplicemente è.

È qui, in questo regno non-locale che nascono le coincidenze, che vengono organizzati i segni.

(Deepak Chopra)

#segni   #simboli   #coincidenze   #lavitatiparlaascoltala  
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded