Profile

Cover photo
Datalog - Software fiscale e gestionale
25 followers|79,605 views
AboutPostsPhotosYouTubeReviews

Stream

 
 
Ottenere valore con il marketing online
Un'azienda che non è presente in rete è un’azienda che comunica la propria assenza

Comunicare valore d'impresa online è il titolo del corso che si terrà in ASSOLOGISTICA Cultura e Formazione il prossimo 11 maggio, in via Cornalia 19, a Milano, quest'anno arrivato alla 3° edizione.

Obiettivo principale del corso è di far comprendere ai partecipanti le dinamiche e le modalità di correlazione dei diversi strumenti di #comunicazione   #digitale  per aumentare in competitività.

Delia Caraci, ower di Digital Sfera e docente del corso, ne parla in questo articolo:  bit.ly/1U8uMnG  

#ComunicareValoreOnline
 ·  Translate
View original post
1
Add a comment...
 
Parte il progetto per la visibilità del commercialista. #CommercialistaDigitale   
 ·  Translate
 
Diventare #commercialisti “digitali” per essere più competitivi? Ebbene sì
Partono i corsi accreditati #CNDCEC firmati #Datalog e Digitalsfera

Accrescere la propria notorietà ed aumentare il numero dei propri clienti? La risposta non può che essere positiva: e i “new media” offrono grandi opportunità ad ogni professionista.

Saper veicolare la propria professionalità sul web è un fattore vincente una sfida che ogni #commercialista può vincere in poco tempo: basta conoscere come utilizzare queste nuove leve strategiche e costruire una notorietà mai raggiunta prima.

Ma come fare in concreto?

Più business con il Digital Branding per il professionista

Si parla di ‘Digital Branding’ o ‘Personal Branding’ per indicare proprio l’insieme delle strategie che ogni commercialista – e ogni professionista – può attivare per la propria auto-promozione, sfruttando il #web e i #social network. Un modo davvero innovativo per emergere e fare la differenza.

Per ottenere il massimo risultato, Digital Sfera organizza a Milano degli incontri che affrontano nel dettaglio le nuove modalità di comunicazione digitale più adatte al mondo del commercialista, dando ad ogni partecipante degli spunti pratici per essere subito operativo, chiarire i dubbi sull’argomento e migliorare in breve tempo la proprio notorietà sul web.

Che aspetti? Contattaci subito: i posti sono limitati!
 ·  Translate
Più business con il Digital Branding per il professionista: diventare commercialisti “digitali” per essere più competitivi? Ebbene sì: ecco come fare ...
View original post
2
Add a comment...
 
‪#‎CookieLaw‬: overview sui nuovi adempimenti normativi e sui chiarimenti del Garante.
Facciamo il punto della situazione, a distanza di una settimana dall'entrata in vigore della normativa
 ·  Translate
1
Add a comment...
 
 
Aggiornare subito il proprio ‪#‎sito‬ ‪#‎web‬ per non perdere visibilità e nuovi clienti
La navigazione da mobile devices è oggi un fattore critico di successo per il sito web di ogni azienda

Dal 21 aprile l’algoritmo di #Google penalizza i #siti #web non #mobile -friendly, privilegiando invece i siti ideati e sviluppati per adattarsi ai dispositivi tipo smartphone e tablet: il tutto per aiutare gli utenti a trovare più velocemente dei contenuti di qualità.

Si tratta di un cambiamento fisiologico, legato al fatto che oggi quasi il 60% del traffico online arriva da dispositivi mobili, e la percentuale è destinata ad aumentare (fonte: comscore).

Ogni giorno, infatti, un numero sempre crescente di persone utilizza device mobili per fare ricerche e acquisti: un potenziale nuovo cliente, navigando da smartphone o tablet ed incappando in un sito web non illeggibile, o troppo lento, abbandonerà immediatamente il sito e (quindi) il vostro prodotto.

Come evitarlo?
 ·  Translate
View original post
1
Add a comment...
 
Come difendersi dai nuovi "pseudo-expert"!
 ·  Translate
 
Avete mai sentito parlare del "Google University Effect"?
 Dalla democratizzazione delle informazioni alla democratizzazione della competenza: come evitare un esercito di "pseudoexperts"

Matthew Fisher (uno studente di dottorato in psicologia cognitiva all'Università di Yale) ha condotto una serie di esperimenti, che hanno evidenziato come effettuare ricerche su #Google alimenti la convinzione di essere più competenti su un argomento (conosciuto poco o per nulla) già solo accedendo al motore di ricerca per trovare una risposta, che non si riesce tuttavia a trovare.

In altre parole, è emerso che il solo atto di ricerca on-line aumenta la fiducia nella propria conoscenza, anche senza un risultato concreto in termini di competenza acquisita: è sufficiente l'accesso alla miriade d'informazioni presenti in rete, con la possibilità di filtrarle  per argomenti pertinenti, per alimentare in molte persone questa convinzione.

In questi casi, la maggiore fiducia nella propria conoscenza acquisita è chiaramente illusoria: le persone credono di avere competenze che non hanno, perché sono state in grado di fare "ricerca" on-line.

Un fenomeno da osservare con attenzione

Internet e #social media hanno cambiato il nostro modo di accedere alle #informazioni e di #comunicare : i sistemi d'informazione tradizionali top-down di stanno lasciando sempre più il passo a sistemi più democratici, bottom-up free-for-all.

La democratizzazione dell'informazione ha da un lato innegabili effetti positivi, laddove la condivisione e la facilità di accesso è uno stimolo alla crescita di una coscienza collettiva.

Tuttavia, dobbiamo ancora capire quali siano realmente tutte le conseguenze di questo cambiamento: cambiamento al quale non siamo stati preparati o istruiti. Proprio per la sua natura spontanea, il fenomeno si è sviluppato ed ha preso piede, senza che al pubblico fosse insegnato come utilizzare queste informazioni in modo corretto.

Google University effect

La ricerca di informazioni on-line può quindi alimentare nelle persone una falsa fiducia, tanto da portare molti soggetti a considerarsi in grado di dare pareri autorevoli anche quando non hanno una reale competenza scientifica sull'argomento: il che può essere estremamente fuorviante.

Ovviamente, ha senso per ognuno di noi pensare che se possiamo disporre di più informazioni su un argomento, questo da solo aumenterà la nostra fiducia nella comprensione dell'argomento stesso:  tuttavia, con i dovuti presupposti.  

Aspetti psicologici e sociali

Ci sono diversi aspetti, che credo sia utile osservare.

Innanzitutto, la ricerca on-line ci dà l'opportunità di ricavare una grande quantità di informazioni e scegliere (spesso inconsciamente) quelle che confermano ciò che già crediamo o che vogliamo credere (fenomeno noto con il termine *bias* ).

Inoltre, i media (e quindi i #social #media ) possono diventare sistemi chiusi, dove  informazioni, idee o convinzioni che girano possono esprimere un punto di vista unico, amplificato e rafforzato dalla trasmissione e dalla ripetizione: così, punti di vista differenti vengono censurati, non riconosciuti o comunque sottorappresentati. E' quello che si definisce echo chambers: il coinvolgimento è in realtà illusorio, in quanto la comunità è di parte.

Osservazioni conclusive

I #social #media rappresentano un mezzo di comunicazione potentissimo,  permettendo a chiunque di avere un pubblico, di esprimere e divulgare un'opinione. Tuttavia, hanno un enorme potere distorsivo, laddove alla viralità si associa una fonte d'informazione alterata nei vari passaggi o addirittura viziata a monte.

In quanto 'social', rimangono strumenti in mano alle persone, e come tali sono assoggettati a tutti i fenomeni sociali e personali, che vengono trasposti e rappresentati su un piano molto più ampio.

Il punto di partenza rimane sempre l'individuo, che nella sua complessità ha la possibilità di esprimersi a livello più ampio: ha possibilità di acquisire più informazioni e diffonderne di proprie, tuttavia la qualità con cui percepirà e diffonderà dipenderà dal suo mondo interiore.

Ogni aspetto che abbiamo visto sopra ci conferma questo: ad esempio,  il fatto che le persone in seguito ad un esperienza, soggettiva e parziale, credano di avere una conoscenza sufficiente in settori dove in realtà non hanno competenza specifica, è un fenomeno umano che si ripete da sempre. I #social semplicemente lo riportano a galla.

Che fare quindi? ... Non essere mai troppo sicuri di sé, controllare le fonti e cercare pareri che vadano contro al nostro modo di pensare può essere un buon mix : "...come sempre, non vi è alcun sostituto per lo scetticismo e il pensiero critico".

Fonte: http://theness.com/neurologicablog/index.php/the-google-university-effect/ 

Delia Caraci
https://plus.google.com/u/0/115487021288085986751/posts
 ·  Translate
View original post
1
Add a comment...
 
Sei pronto per lo smart working?
 ·  Translate
 
Il nostro nuovo sito è online
Uno spazio per #CondividereTalento  a Milano

#LoftCoworking   è l'innovativo spazio di #Coworking   a #Milano  organizzato per essere un luogo di lavoro comodo e funzionale con postazioni, uffici arredati e sale riunioni .

Free Wi-fi, tecnologie e spazi per #CondividereTalento  e opportunità di business
Vieni a trovarci su www.loft-coworking.it
 ·  Translate
Loft Coworking Milano è uno spazio di lavoro comodo e funzionale. Postazioni Ergonomiche - Uffici Arredati - Sale corsi - Spazio Eventi. #VieniAlLoft
View original post
1
1
Add a comment...
 
*Industry 4.0 e #Manifattura #Digitale *
Opportunità di crescita per il sistema Italia: l'analisi di Boston Consulting Group

Simulazioni e prototipi virtuali sono sempre più utilizzati anche nei settori tradizionali come il manifatturiero, per ridurre i #costi  di #produzione  e  il time-to-market.

Ma non solo: la digitalizzazione delle operations ha effetti positivi sulla customer experience, in quanto permette di creare un flusso produttivo integrato e ottimizzato in base alle esigenze del cliente.


AUMENTARE IN COMPETITIVITA'

Ipotizziamo che un produttore di beni utilizzi un #software   innovativo per simulare una linea di produzione prima che questa entri in funzione. Così facendo potrebbe intervenire in anticipo su eventuali difetti, plasmarla in base alle proprie esigenze e ottimizzarla integrando prodotto e macchinari, ottenendo un risparmio di tempo e incrementi di flessibilità e qualità.

La digitalizzazione dell'industria manifatturiera costituisce così da una parte un’importante occasione di crescita, dall’altra un’opportunità di aumentare la competitività con produzioni più flessibili, meno costose e più reattive alle esigenze dei clienti.


I CAMBIAMENTI NECESSARI

La trasformazione comporterà investimenti importanti e capacità di affrontare il cambiamento da parte delle #imprese   , così come aumenterà l'esigenza di tecnici specializzati come programmatori e meccatronici per gestirei i complessi sistemi produttivi, mentre le risorse meno qualificate diminuiranno.


Leggi l'articolo completo...
 ·  Translate
Jacopo Brunelli, Principal di The Boston Consulting GroupDisegnare un perimetro che definisca che cosa sia, o significhi, digitale nell’economia...
1
Add a comment...
 
Digitale per crescere: il manifesto per l’Italia che ci crede
Presentato il 02/07 al Convegno #Assinformn  in #expomilano , un manifesto per accelerare l'innovazione negli ambiti cultura, ecosistemi, città, PA, impresa, conoscenze, sicurezza

Promosso da #Confindustria    #Digitale , durante l'incontro del 02/07 è stato discusso il tema dell'innovazione digitale e dello stato dell'arte in Italia: un processo che nel nostro paese va a rilento, ma sul quale bisogna puntare e accelerare per riconquistare produttività.

Tra i punti discussi:

1) il mercato ICT riparte dopo 5 anni di inflessione
2) un ecosistema digitale per tutti i servizi PA centrata sull'integrazione dei servizi e su procedure user friendly, orientate all'utente
3) in priorità, SPID (sistema pubblico di identità digitale) e il sistema pagamenti delle PA

La creazione di un ecosistema “open” basato su identità digitale, anagrafe unificata, notifiche per il cittadino e sistema unico di pagamenti alla PA potrà diventare l'elemento di accelerazione del processo di digitalizzazione, che dovrà approdare necessariamente (e speriamo quanto prima) nelle aziende, per portare benefici concreti sul piano della redditività.
 ·  Translate
Il direttore dell'Agid Antonio Samaritani nel suo intervento all'evento Assinform in ExpoSette priorità per la strategia di crescita digitale dell’Italia,...
1
Add a comment...
 
Professionisti "law-driven" e Aziende "market oriented"
Percorsi di innovazione per convergere

I #Professionisti rimangono concentrati su servizi  tradizionali e adempimenti, mentre le loro #Aziende clienti vorrebbero un supporto consulenziale per il proprio #sviluppo: è quello che emerge dallo studio condotto dall'Osservatorio ICT & Professionisti del Politecnico di Milano.

Più impulso all' #innovazione , dunque, è l'esigenza concreta e più sentita soprattutto dalle micro e piccole imprese, le quale hanno maggiori difficoltà gestionali se non ricorressero sistematicamente al supporto del loro studio professionale.

Emerge un nuovo profilo del Professionista atteso che va oltre alla pura specializzazione tecnico-normativa: un livello dove giocano un ruolo primario le #tecnologie #digitali  e il processo culturale di alfabetizzazione digitale in atto, per un vantaggio competitivo duraturo nel tempo.

Tra i dati più interessanti emersi dall'analisi, le imprese non si sentono adeguatamente supportate rispetto a ricevere:

- 41%  maggiori consigli per lo sviluppo aziendale
- 34%  informazioni anticipate sull'andamento aziendale 

Spiega Claudio Rorato, il Responsabile della ricerca dell'Osservatorio:

«Per i professionisti la cura della relazione e la capacità propositiva diventano una carta vincente per migliorare la qualità percepita da parte dei clienti, e tra queste leve c'è anche quella tecnologica, auspicata per rendere più efficiente la gestione della relazione professionale. Se i professionisti appaiono ancora molto concentrati sui servizi tradizionali, sugli adempimenti indispensabili, le aziende clienti invece li considerano dovuti e sentono la necessità di avere al fianco professionisti in grado di sostenerle con pareri, strumenti, informazioni che le aiutino a decidere».

Alleghiamo la fonte con l'articolo completo.
 ·  Translate
Con la diffusione delle tecnologie digitali emerge un nuovo profilo del Professionista, cambia la percezione della sua figura. Oltre alla pura...
1
Add a comment...
 
Nuova immagine per il nostro partner digitale! #developinginnovation
 ·  Translate
 
Nuovo ‪#‎sito‬, nuova immagine, nuovo logo
Ci siamo presi un po' di tempo per noi

‪#‎developinginnovation
 ·  Translate
Nuova immagine digital-sfera: nuovo logo, nuovo sito, e sempre il nostro entusiasmo!
View original post
1
Add a comment...
 
Nota Integrativa XBRL: novità fiscali 2015

#Videocorso relativo alle novità per la corretta gestione della nuova #notaintegrativa in formato #XBRL, integrata nel software gestionale King di Datalog.
 ·  Translate
1
4
Add a comment...
 
#Social #Business #Collaboration
Le nuove business application richieste dalle aziende italiane

Vorrei commentare con voi questo articolo, che parla di come continuano ad evolversi le modalità di lavoro nelle #aziende , con modelli di gestione dei #processi sempre più basati sulla #collaborazione .

Da uno studio condotto dal Politecnico di MIlano, anche nelle PMI italiane si sta affermando l'esigenza di un sistema informativo che va oltre al semplice aspetto transazionale, nelle direzione di quella che il Politecnico stesso chiama Social Business Collaboration. I sistemi transazionali tradizionali si affiancano e si integrano con:

strumenti di tipo collaborativo
strumenti di archiviazione documentale
soluzioni di workflow management

In particolare, un'importante spunto di riflessione - che vorrei ampliare e condividere con voi - è il seguente.

La tecnologia si conferma un fattore importante per abilitare la crescita e lo sviluppo delle imprese, ma è altresì importante (anzi, direi più che fondamentale) evidenziare che da sola non basta: l' efficienza aziendale è risultato di una strategia complessa e multilivello, il cui fattore abilitante è in primis la cultura interna.

Elemento critico di successo è stato, è e sempre sarà la capacità di ogni impresa di rinnovarsi dall'interno, di mettersi in discussione e di creare modelli organizzativi dove il paradigma del 'collaboration' rappresenta prima di tutto un approccio mentale autentico.

La tecnologia andrà sempre di conseguenza, sarà sempre trainata dalla capacità di innovazione di ogni singola realtà: per vincere, vanno ripensate le logiche di governo dei processi interni, i modelli di gestione e motivazione delle persone, il clima e la cultura aziendale.

Anche il più avanzato strumento tecnologico, integrato in una realtà che non ha sviluppato le competenze funzionali e organizzative per farlo proprio, non funzionerà: l'arricchimento delle competenze è necessario per poter seguire questo tipo di progetti.

E tu, cosa ne pensi?
 ·  Translate
IT Consumerization, Cloud, Mobile e Big Data sono tutti fenomeni che stanno profondamente impattando sulle modalità di lavoro nelle aziende e sulla gestione...
1
1
Add a comment...
Story
Tagline
Soluzioni software gestionali e fiscali per aziende e commercialisti. #softwareadimensioneuomo
Introduction
Dal 1977 l'arte del software gestionale e del software fiscale.

Concretezza e innovazione sono le linee guida che da sempre caratterizzano lo sviluppo dei software Datalog, riconosciuti come tra i migliori attualmente presenti sul mercato italiano da molte aziende e commercialisti.

L'offerta si completa con servizi di consulenza specifica, studio e realizzazione di soluzioni personalizzate (quando richiesto).

Soluzioni e servizi per aziende
Software Gestionale per PMI
Social Business collaboration

Da sempre, Datalog segue con passione ogni evoluzione, utilizzando strumenti tecnologici via via più sofisticati e conservando gli obiettivi primari di qualità del software.

Ringraziamo gli oltre 10.000 clienti che ci hanno scelto!

Datalog.it
Contact Information
Contact info
Phone
+39.02.26715.1
Email
Address
via Pietro Nenni 10 20093 Cologno Monzese (MI)
BBC collabora con noi da diversi anni, e ci ha sempre dato conferme positive di professionalità e competenza sul territorio.
Public - a year ago
reviewed a year ago
1 review
Map
Map
Map