Profile cover photo
Profile photo
CNAragusa
20 followers
20 followers
About
Posts

Post has attachment

Comunicato Stampa – 15 luglio 2017


Piano regolatore generale, la Cna comunale di Vittoria
chiede alla Giunta municipale di rivedere le previsioni
di nuove edificazioni contenute nello schema di massima


La rinascita economica di Vittoria parte dalla riqualificazione del suo patrimonio edilizio. La Cna comunale di Vittoria torna a ribadire la propria posizione sullo schema di massima del Prg. Secondo la relazione dello schema in questione, a Vittoria sono state censite 34.793 abitazioni. 17.072 sono state realizzate negli anni del boom dell'abusivismo edilizio, quindi, in buona parte, non rispondono a nessuna norma sismica e/o di risparmio energetico. Alla città serve uno strumento di pianificazione urbana che punti alla rigenerazione e al recupero edilizio del 50% del costruito esistente. Per essere chiari: il nuovo Prg non può e non deve entrare in contrasto con un altro strumento di pianificazione: il Paes. Il Piano d'azione per l'energia sostenibile di Vittoria è stato da poco approvato dalla Commissione europea e si pone come obiettivo globale quello di ridurre entro il 2020 il 33% delle emissioni di Co2 nel territorio. “Facciamo notare – sottolineano dalla Cna comunale di Vittoria – come gli edifici (soprattutto quelli realizzati tra gli anni '70 e '80) siano responsabili del 40% del consumo totale di energia. Sono le principali fonti che generano Co2. Per questo è di fondamentale importanza avviare politiche di riqualificazione del costruito esistente se si vuole ridurre il consumo di energia e le emissioni di Co2 in questo settore. Altro elemento che fa aumentare l'anidride carbonica è il consumo di suolo. Vittoria, nell'ultimo rapporto Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), presentato il 22 giugno scorso alla Camera dei deputati, è la seconda città siciliana dopo Palermo per consumo di suolo (si veda allegato di pag. 150 del rapporto). E' evidente quindi contenere il perimetro della città, non farla crescere ulteriormente. Infine, in una città dove 17.072 edifici su 34.793 rispondono poco alle norme antisismiche, non bisogna dimenticare che Vittoria, nell'ordinanza del presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274/2003, aggiornata con la delibera della Giunta Regionale della Sicilia n. 408 del 19.12.2003, è stata classificata come zona sismica di tipo 2, cioè un'area dove possono verificarsi terremoti di forte intensità. C'è moltissimo lavoro da fare sul costruito esistente per le nostre imprese del comparto costruzioni (edili e impiantisti), per questo chiediamo con forza al Comune di rivedere le previsioni di nuove edificazioni indicate nello schema di massima. C'è bisogno di un nuovo approccio, è utile modificare il modo di gestire il territorio. Un consistente contenimento del consumo di suolo, la riqualificazione energetica e statica dell'esistente sono le premesse per garantire una ripresa sostenibile attraverso l’edilizia di qualità, la rigenerazione urbana e il riuso delle aree dismesse”.
Add a comment...

Comunicato Stampa – 13 luglio 2017


Commissioni di esame per il conseguimento dell’abilitazione
alla manutenzione degli ascensori, Cascone e Schininà
“Dopo cinque anni di blocco la vicenda è destinata a sbloccarsi”


Buone notizie per gli ascensoristi. Una norma inserita nel disegno di legge europea 2017 riattiva le commissioni prefettizie. A darne notizia la ragusana Graziana Cascone, portavoce regionale degli ascensoristi Cna Sicilia. “Sembra finalmente sbloccarsi – dice – l’annosa vicenda delle commissioni di esame per il conseguimento dell’abilitazione alla manutenzione degli ascensori che erano state soppresse dal Dl 95/2012. La XIV Commissione Politiche Ue della Camera, infatti, ha approvato un articolo aggiuntivo - presentato dalla relatrice on. Berlinghieri - al testo del disegno di legge sulle “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea – Legge europea 2017”. Tale articolo aggiuntivo riattiva sostanzialmente le commissioni prefettizie che saranno composte da cinque funzionari, in possesso di adeguate competenze tecniche e dei quali almeno uno, oltre al presidente, fornito di laurea in ingegneria, designati dai ministeri del Lavoro, delle Infrastrutture, dello Sviluppo economico, dall'Istituto nazionale per gli infortuni sul lavoro (Inail) e dall’Azienda sanitaria locale. Finalmente, il problema delle commissioni di esame sembra andare verso una positiva soluzione che permetterà, dopo 5 anni di stop, il rilascio delle abilitazioni necessarie alla manutenzione degli ascensori, condizione indispensabile per garantire la sicurezza negli impianti di sollevamento”. Il responsabile regionale Installazione e impianti Cna Sicilia, Vittorio Schininà, chiarisce altri particolari: “La data e la sede delle sessioni d'esame, prevede il nuovo articolo, saranno determinate dal prefetto. Il prefetto del capoluogo di regione, tenuto conto del numero e della provenienza delle domande pervenute, previe intese con gli altri prefetti della regione, potrà disporre apposite sessioni di esame che raccolgano tutte le domande presentate nella regione onde razionalizzare le procedure finalizzate al rilascio del certificato di abilitazione. Dunque, le istanze della Cna sono state ascoltate e speriamo che il provvedimento sia definitivamente approvato in tempi brevi e senza problemi, problemi che invece sono ancora tutti da risolvere per quanto riguarda il mancato obbligo, che tuttora permane, di adeguare alle norme di sicurezza i circa 700.000 impianti di elevazione installati prima del 1999”.
Add a comment...

Post has attachment
Comunicato Stampa – 12 luglio 2017

Riqualificare le aree artigianali di Vittoria, è la richiesta
che la Cna comunale ha avanzato al sindaco Moscato
nel corso di un confronto tenutosi nella sede dell’associazione

“Riqualificare le aree artigianali di Vittoria (sia quella pubblica che quella privata) significa rispettare le imprese insediate nelle due zone”. Lo dicono i due portavoce per le zone artigianali della Cna comunale, Gianluigi Augurale e Salvatore Stracquadaini, dopo la riunione tenutasi ieri sera nella sede cittadina dell’associazione di categoria a cui ha partecipato il sindaco Giovanni Moscato. “Ci stiamo riferendo – spiegano i due – ad attività che hanno effettuato investimenti non indifferenti, che hanno creato posti di lavoro non precario, che hanno qualificato la loro condizione d'impresa e hanno migliorato le condizioni economiche della città. Tutto questo deve meritare attenzione e rispetto”. Erano presenti diversi titolari di imprese che operano nelle due aree di insediamento produttivo che hanno potuto così dialogare con il primo cittadino dando vita a un confronto non polemico, aperto, chiaro, senza fronzoli. Gli artigiani hanno chiesto rispetto per i loro investimenti e quindi una maggiore pulizia delle aree artigianali, la riattivazione dell'illuminazione pubblica, un maggiore controllo delle zone in questione, la sistemazione dell'impianto idrico dei suddetti siti magari prevedendo l'installazione di colonnine antincendio, la risistemazione dell'impianto fognario e quella del manto stradale. E' stata anche evidenziata al sindaco l'esistenza, nell'area artigianale pubblica, di una strada, oggi coperta da una fitta vegetazione spontanea, che permetterebbe di migliorare la viabilità della zona. Il primo cittadino, nel recepire positivamente le legittime richieste provenienti dagli imprenditori, ha assunto l'impegno di verificare ciclicamente la manutenzione delle due aree di insediamento produttivo. La Cna continuerà a pungolare positivamente l'amministrazione comunale. “Il nostro unico interesse – hanno spiegato Augurale e Stracquadaini – è quello di potere contare su zone artigianali presentabili, dignitose, capaci di valorizzare gli investimenti fatti. Il successo e la crescita delle Pmi dipende dal loro sentirsi parte integrante di una società che le rispetta e le valorizza”.
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Comunicato Stampa – 1 giugno 2017

Ancora tre importanti riconoscimenti per i dirigenti
della Cna territoriale di Ragusa eletti in qualità di portavoce
al vertice di tre articolazioni di mestiere a livello regionale



Ancora tre importanti riconoscimenti per i dirigenti della Cna territoriale di Ragusa le cui peculiarità sono state messe in evidenza, a livello regionale, con l’elezione al vertice di tre articolazioni di mestiere. In particolare, Stefania Frasca di Giarratana è la nuova portavoce regionale del mestiere Confezione, maglieria e accessori; Salvatore Bellina Terra, invece, è stato eletto in qualità di portavoce del mestiere Grafica e stampa; mentre Alessandro Fantarella andrà a ricoprire la carica di portavoce regionale del mestiere Informatici. Queste nomine si uniscono a quelle che già erano state fatte nel recente passato e che mettono in rilievo il peso della Cna territoriale di Ragusa in ambito siciliano. “Il riconoscimento ottenuto – sottolinea il presidente Giuseppe Santocono – va a merito della nostra associazione di categoria che ha svolto un preciso ed estenuante lavoro nel ricercare professionalità di qualità che potessero ricoprire in maniera degna questi incarichi. E devo dire che si tratta anche di un riconoscimento personale a chi, come artigiano, decide di dedicare la propria vita con passione a un determinato mestiere, cercando di dare il meglio di se stesso. E’ fondamentale, dal nostro punto di vista, che le abilità, le capacità, le risorse presenti sul nostro territorio possano essere valorizzate all’ennesima potenza. E noi stiamo cercando di farlo anche per quanto concerne l’attività della nostra associazione di categoria che vuole aprirsi sempre più a un contesto isolano, mettendo in luce le proprie prerogative, puntando a creare sistema e, soprattutto, a gettare le basi per uno sviluppo in grado di essere il più possibile sostenibile con le esigenze future”.
PhotoPhotoPhoto
07/06/17
3 Photos - View album
Add a comment...

Post has attachment
Comunicato Stampa – 30 maggio 2017

Tassisti, stabilimenti balneari, meccatronici e carrozzieri
Eletti i portavoce provinciali delle suddette articolazioni
di mestiere, il 17 giugno a Ragusa l’assemblea territoriale


Grande vitalità, grande attenzione per il rilancio economico dell’area iblea. La Cna territoriale di Ragusa si connette al cambiamento, come recita tra l’altro il claim della stagione elettiva, e si proietta a diventare tra le protagoniste che determineranno le scelte per il futuro. “Sono incoraggianti i segnali che arrivano in questo senso – dichiara il presidente della Cna territoriale, Giuseppe Santocono – dalle assemblee elettive comunali e di mestiere che abbiamo chiuso nei giorni scorsi, durante le quali si è respirata estrema vivacità e voglia di incidere nel cambiamento. I nostri piccoli e medi imprenditori non si piangono addosso ma sanno che devono a tutti i costi sbracciarsi se vogliono diventare protagonisti della crescita economica a cui tutti protendiamo per il prossimo futuro”. Il segretario territoriale Giovanni Brancati precisa, inoltre, che “le numerose presenze fatte registrare in occasione delle varie assemblee comunali e di mestiere sono il sintomo della rinnovata volontà di partecipazione e di coinvolgimento da parte degli operatori del settore. Gli imprenditori – continua Brancati – sono consapevoli del fatto che riunendosi in associazioni come la Cna possono interloquire, tra l’altro, con le realtà amministrative locali, assumendo un peso specifico considerevole, per risolvere le numerose problematiche che riguardano i vari comparti a livello territoriale”. La stagione elettiva vedrà il suo appuntamento conclusivo a livello territoriale con l’assemblea in programma il 17 giugno a Ragusa. Intanto in uno degli ultimi appuntamenti l’assemblea elettiva dei meccatronici ha eletto il proprio portavoce provinciale. Si tratta di Carmelo Martorana di Ragusa. Anche i carrozzieri, oltre ad affrontare i problemi della categoria, hanno avuto l’opportunità di eleggere il proprio portavoce provinciale: si tratta di Davide Savarino di Modica. In precedenza, le due articolazioni di mestiere erano ricomprese nella stessa Unione Cna, quella degli autoriparatori. Adesso, invece, ci sarà l’opportunità di affrontare le questioni specifiche dei diversi settori in maniera più diretta. Una novità assoluta è stata rappresentata dalla costituzione di Cna Stabilimenti Balneari, al cui vertice quale portavoce territoriale è stato eletto Michele Ruta di Pozzallo. L’ultima assemblea elettiva tenutasi in ordine di tempo è stata quella dei tassisti. In questo caso, a ricoprire il ruolo di portavoce sarà Sandra Ingallinella di Ragusa. Quest’ultima ha già chiarito che si adopererà per consentire la risoluzione di tutte le questioni che, allo stato attuale, attanagliano il comparto e rispetto alle quali è necessario individuare una strada d’uscita che consenta, il più possibile, di sanare le varie anomalie fin qui emerse.
PhotoPhotoPhoto
07/06/17
3 Photos - View album
Add a comment...

Comunicato Stampa – 24 maggio 2017

Il futuro della Camera di Commercio di Ragusa
La Cna territoriale chiede che l’invito all’incontro di venerdì
sia esteso a tutte le parti interessate alla questione

Di seguito si trasmette il testo di una dichiarazione del segretario territoriale della Cna di Ragusa, Giovanni Brancati:

“Domani pomeriggio la conferenza Stato-Regioni, salvo sorprese dell'ultimo minuto, sempre possibili in questa lunga e tormentata vicenda, dovrebbe sancire definitivamente l'intesa sullo schema di decreto di revoca dell'accorpamento delle Camere di Commercio di Catania, Ragusa e Siracusa presentato dal ministro dello Sviluppo Economico. Nei prossimi giorni, pertanto, a conclusione dell'iter iniziato circa quattro mesi fa, il ministro Carlo Calenda emanerà il relativo decreto, riportando la situazione al punto di partenza: da quel momento ciascuna delle tre Camere di Commercio in questione riacquisterà a tutti gli effetti la propria autonomia rispetto alle altre due. Tale situazione, tuttavia, non è destinata a durare a lungo: entro l'8 giugno, infatti, l'Unioncamere nazionale dovrà presentare al ministero una proposta definitiva di accorpamento per tutte le Camere di Commercio italiane. A questo punto i tempi sono estremamente ridotti se si vuole far sentire la voce del territorio e delle imprese iblee. La Cna di Ragusa prende atto positivamente dell'iniziativa promossa, ancorché tardivamente, dal presidente della Camera di Commercio di convocare per dopodomani, venerdì 26 maggio, alle 16, il Consiglio camerale in forma allargata, invitando anche le associazioni di categoria, i sindaci e i presidenti dei Consigli comunali. A tal proposito, tuttavia, la Cna chiede al presidente Giannone di estendere l'invito anche alle altre parti interessate alla questione: i parlamentari nazionali e regionali, i sindacati dei lavoratori, prima di tutto quelli camerali, gli esponenti dell'associazionismo di base e quanti hanno a cuore gli interessi del nostro territorio. La Cna parteciperà all'incontro come sempre in modo costruttivo, allo scopo di pervenire ad una soluzione della problematica la più condivisa possibile”.
Add a comment...

Post has attachment
Comunicato Stampa – 23 maggio 2017

Il segretario nazionale della Cna Sergio Silvestrini a Modica
“Dalla Sicilia segnali di risveglio per l’intero Paese”
Giovanni Colombo riconfermato presidente comunale

“Dalla Sicilia segnali di risveglio per il Paese”. Con queste parole, sabato scorso, il segretario nazionale Sergio Silvestrini, in una sala gremita, ha voluto salutare la città di Modica e i suoi imprenditori. L’assemblea elettiva comunale ha affrontato temi connessi all'Italia di oggi e alle sue prospettive. Durante i lavori, sono state fatte disamine di ampio spessore. “Modica è il luogo simbolo dell'eccellenza – ha detto Silvestrini – e della piccola impresa che vuol vincere. E’ una splendida comunità che può puntare su grandi e importanti prodotti enogastronomici. Modica deve puntare, in particolare, sulla qualità dei servizi. Esiste davvero una grande potenzialità”. La presenza del segretario nazionale, accompagnato dal segretario regionale Mario Filippello, aveva un significato specifico: fornire aiuto alle numerose imprese che discutono, si confrontano e vogliono fare affari. E’ stato così registrato un importante risveglio degli artigiani e dei commercianti modicani che hanno dato prova di notevole maturità e voglia di crescere. Importanti e qualificati i saluti degli ospiti all'assemblea elettiva con gli interventi del segretario generale della Camera di Commercio di Ragusa, Vito D’Antona, che ha messo in risalto il ruolo storico della Cna di Modica. Sono intervenuti pure Franco Savarino della Coldiretti, Enzo Cavallo del consorzio Ragusano Dop, l'assessore comunale all’Urbanistica Giorgio Belluardo, il presidente del Consiglio comunale di Modica Roberto Garaffa. Da segnalare anche la presenza del presidente del Consiglio comunale di Ispica, Giuseppe Roccuzzo. Pregnanti le parole del presidente della Cna territoriale di Ragusa, Giuseppe Santocono, e del segretario territoriale, Giovanni Brancati, i quali hanno espresso un giudizio positivo al termine di dieci assemblee comunali tutte molto partecipate e molto propositive a testimonianza di una grande voglia di partecipazione oltre che volontà di discutere e confrontarsi sulle problematiche delle piccole e medie imprese. Giovanni Colombo, quindi, è stato rieletto all'unanimità presidente della Cna comunale di Modica al termine di una giornata intensa di lavori congressuali che hanno fatto emergere alcune linee strategiche circa gli investimenti da effettuare soprattutto nel campo del turismo, oltre che dell’agroalimentare di qualità e del commercio. “Occorre fare sinergia – ha detto Colombo – e mettere in rete tutte le straordinarie potenzialità di questa nostra città”. A fianco di Colombo è stato eletto vice presidente Salvo Digregorio. Quindi una squadra fatta di giovani con un coordinamento che rappresenta tutte le categorie produttive della città che per altri 4 anni, insieme al responsabile organizzativo Carmelo Caccamo, guideranno la Cna di Modica, oggi sempre di più punto di riferimento e spazio di confronto per imprese e professionisti. Ai lavori ha pure partecipato la Cna pensionati, con numerosi iscritti oltre che con il responsabile organizzativo provinciale Fabio Migliore.
PhotoPhotoPhoto
23/05/17
3 Photos - View album
Add a comment...

Post has attachment
Comunicato Stampa – 23 maggio 2017

La modicana Maria Carmela Modica Belviglio
riconfermata alla guida dell’Unione regionale
Cna Benessere e Sanità: “Un bell’attestato di stima”

La modicana Maria Carmela Modica Belviglio è stata riconfermata alla guida dell’Unione regionale Cna Benessere e Sanità. L’elezione a Palermo nel corso dell’assemblea elettiva durante la quale sono state apprezzate le doti con cui la dirigente della Cna territoriale di Ragusa ha gestito l’Unione in quest’ultimo mandato. Accanto a Modica Belviglio il responsabile organizzativo regionale, Salvatore Belfiore, e la responsabile provinciale, Antonella Caldarera. All’assemblea elettiva hanno partecipato anche Guglielmo Trovato, portavoce degli acconciatori Cna della provincia di Ragusa, e Stefania Modica Belviglio, portavoce delle estetiste dell’area iblea. “La conferma in questo prestigioso ruolo – dichiara la presidente Modica Belviglio – oltre ad essere un’attestazione di stima rispetto a cui sono particolarmente grata a tutti i colleghi, mi fornisce lo slancio adeguato per potere guardare avanti con il dovuto entusiasmo con la consapevolezza che sono ancora parecchie le sfide che siamo chiamati ad affrontare. A cominciare da quella, sempre più importante, dell’abusivismo che non deve farci dimenticare l’attenzione verso le imprese in regola. I fenomeni di concorrenza sleale risultano ancora più insopportabili in un periodo di grave crisi come quello attuale”. Alla Modica Belviglio arrivano i complimenti del presidente della Cna territoriale di Ragusa, Giuseppe Santocono, soddisfatto per la qualità sempre maggiore che la classe dirigente dell’associazione di categoria riesce ad esprimere al confronto con le altre realtà territoriali dell’isola.
Photo
Photo
23/05/17
2 Photos - View album
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded