Profile cover photo
Profile photo
BioPills
257 followers -
Il vostro portale scientifico
Il vostro portale scientifico

257 followers
About
Posts

Post has shared content
I rotiferi sono organismi a simmetria bilaterale, triblastici, protostomi, pseudocelomati ed eutelici; comprendono circa 1800 specie di animali per lo più dolciacquicoli (stagni e laghi), con alcune forme anche marine. La maggior parte dei rotiferi si muove attivamente sul substrato o nella colonna d’acqua, mentre altri si sono evoluti come organismi sessili. Il nome deriva dal latino rota, “ruota” e fero, “portare”.

Post has shared content
I rotiferi sono organismi a simmetria bilaterale, triblastici, protostomi, pseudocelomati ed eutelici; comprendono circa 1800 specie di animali per lo più dolciacquicoli (stagni e laghi), con alcune forme anche marine. La maggior parte dei rotiferi si muove attivamente sul substrato o nella colonna d’acqua, mentre altri si sono evoluti come organismi sessili. Il nome deriva dal latino rota, “ruota” e fero, “portare”.

Post has shared content
I rotiferi sono organismi a simmetria bilaterale, triblastici, protostomi, pseudocelomati ed eutelici; comprendono circa 1800 specie di animali per lo più dolciacquicoli (stagni e laghi), con alcune forme anche marine. La maggior parte dei rotiferi si muove attivamente sul substrato o nella colonna d’acqua, mentre altri si sono evoluti come organismi sessili. Il nome deriva dal latino rota, “ruota” e fero, “portare”.

Post has attachment
I rotiferi sono organismi a simmetria bilaterale, triblastici, protostomi, pseudocelomati ed eutelici; comprendono circa 1800 specie di animali per lo più dolciacquicoli (stagni e laghi), con alcune forme anche marine. La maggior parte dei rotiferi si muove attivamente sul substrato o nella colonna d’acqua, mentre altri si sono evoluti come organismi sessili. Il nome deriva dal latino rota, “ruota” e fero, “portare”.

Post has attachment
I rotiferi sono organismi a simmetria bilaterale, triblastici, protostomi, pseudocelomati ed eutelici; comprendono circa 1800 specie di animali per lo più dolciacquicoli (stagni e laghi), con alcune forme anche marine. La maggior parte dei rotiferi si muove attivamente sul substrato o nella colonna d’acqua, mentre altri si sono evoluti come organismi sessili. Il nome deriva dal latino rota, “ruota” e fero, “portare”.

Post has shared content
Già da molti anni è noto il problema dei cambiamenti climatici cui l’uomo rappresenta la principale causa. Per rimediare ci si rivolge alle energie rinnovabili e pulite, ovvero fonti energetiche non esauribili che non influenzano, nel loro utilizzo, l’ecosistema di provenienza. Però anche tali fonti necessitano di spazio per essere utilizzate, per esempio grandi aree per i pannelli solari ed importanti volumi aerei per le pale eoliche; dunque ad oggi uno dei campi di ricerca più importanti è la necessità di utilizzare risorse non inquinanti in modo da rendere tale utilizzo perfettamente conforme all’ambiente scelto, da cui si è sviluppata la fitodepurazione.

Post has shared content
Già da molti anni è noto il problema dei cambiamenti climatici cui l’uomo rappresenta la principale causa. Per rimediare ci si rivolge alle energie rinnovabili e pulite, ovvero fonti energetiche non esauribili che non influenzano, nel loro utilizzo, l’ecosistema di provenienza. Però anche tali fonti necessitano di spazio per essere utilizzate, per esempio grandi aree per i pannelli solari ed importanti volumi aerei per le pale eoliche; dunque ad oggi uno dei campi di ricerca più importanti è la necessità di utilizzare risorse non inquinanti in modo da rendere tale utilizzo perfettamente conforme all’ambiente scelto, da cui si è sviluppata la fitodepurazione.

Post has shared content
Già da molti anni è noto il problema dei cambiamenti climatici cui l’uomo rappresenta la principale causa. Per rimediare ci si rivolge alle energie rinnovabili e pulite, ovvero fonti energetiche non esauribili che non influenzano, nel loro utilizzo, l’ecosistema di provenienza. Però anche tali fonti necessitano di spazio per essere utilizzate, per esempio grandi aree per i pannelli solari ed importanti volumi aerei per le pale eoliche; dunque ad oggi uno dei campi di ricerca più importanti è la necessità di utilizzare risorse non inquinanti in modo da rendere tale utilizzo perfettamente conforme all’ambiente scelto, da cui si è sviluppata la fitodepurazione.

Post has shared content
Già da molti anni è noto il problema dei cambiamenti climatici cui l’uomo rappresenta la principale causa. Per rimediare ci si rivolge alle energie rinnovabili e pulite, ovvero fonti energetiche non esauribili che non influenzano, nel loro utilizzo, l’ecosistema di provenienza. Però anche tali fonti necessitano di spazio per essere utilizzate, per esempio grandi aree per i pannelli solari ed importanti volumi aerei per le pale eoliche; dunque ad oggi uno dei campi di ricerca più importanti è la necessità di utilizzare risorse non inquinanti in modo da rendere tale utilizzo perfettamente conforme all’ambiente scelto, da cui si è sviluppata la fitodepurazione.

Post has attachment
Già da molti anni è noto il problema dei cambiamenti climatici cui l’uomo rappresenta la principale causa. Per rimediare ci si rivolge alle energie rinnovabili e pulite, ovvero fonti energetiche non esauribili che non influenzano, nel loro utilizzo, l’ecosistema di provenienza. Però anche tali fonti necessitano di spazio per essere utilizzate, per esempio grandi aree per i pannelli solari ed importanti volumi aerei per le pale eoliche; dunque ad oggi uno dei campi di ricerca più importanti è la necessità di utilizzare risorse non inquinanti in modo da rendere tale utilizzo perfettamente conforme all’ambiente scelto, da cui si è sviluppata la fitodepurazione.
Wait while more posts are being loaded