Profile

Cover photo
Bernardo Bruno
Works at Me stesso
69 followers|155,051 views
AboutPostsPhotosYouTube

Stream

Bernardo Bruno

Shared publicly  - 
 
Geomappe

1
Add a comment...

Bernardo Bruno

Shared publicly  - 
 
Geomappe- Quadrilatero appulo-lucano
Geomappe- Quadrilatero appulo-lucano Si tratta di mettere insieme geomappe e cartografie,
racconti di viaggio ed illustrazioni , come una sorta di mosaico che ”
ri_aggrega “ elementi temporaneamente “dis_gregati”. I Paesaggi ed i silenzi, le storie e le mic...
 ·  Translate
1
Add a comment...

Bernardo Bruno

commented on a video on YouTube.
Shared publicly  - 
 
L'ilarità scaturiva dalla considerazione delle scelte progettuali e "sull'illuminante intuizione" di sistemare i corpi luminosi dello spazio pubblico proprio sotto le panchine!
 ·  Translate
1
Add a comment...

Bernardo Bruno

Shared publicly  - 
1
Add a comment...

Bernardo Bruno

Shared publicly  - 
 
questo pezzo è uscito sul numero di dicembre de la nuova ecologia. è il caso di fare gli auguri per l'anno nuovo a matera che spero diventi la città di tutti. siamo di napoli e di matera, di bari e...
1
Add a comment...

Bernardo Bruno

Shared publicly  - 
1
Add a comment...
Have him in circles
69 people
Marc Lee's profile photo
VADE - Achille Opera Rock's profile photo
Andrew Earnings's profile photo
Atelier Elianto's profile photo
Jann Meier's profile photo
Max Lusetti's profile photo
Gian Marco Santarsiero's profile photo
Artistproject Kr (KAP)'s profile photo
antonella tommasini's profile photo

Bernardo Bruno

commented on a video on YouTube.
Shared publicly  - 
 
Come sempre il pensiero di Bill Viola, come l'opera dello stesso, inerente "l'essere umano" è di alto profilo. Così come in questa intervista che parla di tecnologia dell'uso della stessa per fini positivi o negativi indifferentemente, dei pericoli per l'umanità ecc.
 ·  Translate
1
Add a comment...

Bernardo Bruno

Shared publicly  - 
 
Geomappe- Quadrilatero appulo-lucano

Si tratta di mettere insieme geomappe e cartografie, racconti di viaggio ed illustrazioni , come una sorta di mosaico che ” ri_aggrega “ elementi temporaneamente “dis_gregati”. I Paesaggi ed i silenzi, le storie e le micro_storie. E’ una ricerca che continua ciò che è stato fatto con “Emotional Landscape” e “Bernynavigator World”
Un desiderio di conoscenza che spinge ad osservare con senso umorale anche le più piccole cose che caratterizzano un paesaggio. 
I luoghi sono stati raggiunti attraverso itinerari affatto scontati, in cui vi è cielo e terra e quando il partire non significava affatto saper bene dove andare, anzi il peregrinare senza meta, per luoghi sconosciuti,  conteneva in sè un senso di inquietudine. Il tempo in cui si anelava a cercare qualcosa di “speciale”e quel “qualcosa” poteva anche essere un segnale stradale arrugginito che conferiva a quel punto geografico ed al paesaggio circostante un fascino particolare, poteva essere un campo, un vialetto, un casale abbandonato, i resti di un antico rudere Medioevale.
L’abitare ed il vivere coincidevano con pezzi di itinerari, strade e case, città e campagna, luoghi in via di estinzione...
L’operazione consiste nel Georeferenziare dei percorsi ellittici attraverso delle illustrazioni che dispiegano rotte inconsuete per il viandante moderno.
In questi tempi che si fanno festival della ruralità che si ipotizza di ri_percorrere la Via Francigena e la Via Appia le geomappe forniscono delle indicazioni aperte ma anche puntali di un passato attualizzato. Andare oggi per tratturi può diventare un “esperienza deludente”perché  le loro tracce sul territorio sono ormai definitivamente compromesse. Al di là dei propositi normativo /legislativi che tentano di tutelare quel poco che resta. Per non parlare delle Locazioni , le enormi aree in cui era suddiviso il territorio della Regia Dogana delle Pecore,la Capitanata di un tempo che oggi comprende parte del nord barese e del nord est della Provincia di Potenza.
Cio’ che in urbanistica viene definito come periurbano e che si permea costantemente spostando il limite sempre oltre lo stesso . Quella campagna che nei dintorni delle città costiere del nord barese diventa un mix di capannoni industriali luogo per piccole discariche abusive e in talune strade luoghi di convivenza fra chi usa il territorio a fini agricoli per pochi mesi all’anno e chi usa lo stesso per fini di prostituzione per tutto l’anno.
Ciò che non è Geomappa :urbanistica effimera, utopia, architettura effimera.  Tutte di gran moda oggi. Geomappa non illude perché non propone ricette o soluzioni inesistenti. 
Wenders nel suo “Cielo sopra Berlino” faceva formulare dei pensieri acutissimi all’angelo protagonista del film sulle logiche espressive del bambino rispetto allo spazio ed al tempo: io sono qui o sono lì? E perché sono qui e non lì?....
Bernardo Bruno
 ·  Translate
1
Add a comment...

Bernardo Bruno

Shared publicly  - 
 
Modena

1
Add a comment...

Bernardo Bruno

Shared publicly  - 
1
Add a comment...

Bernardo Bruno

Shared publicly  - 
1
Bernardo Bruno's profile photo
 
Congratulazioni Presidente
Add a comment...
People
Have him in circles
69 people
Marc Lee's profile photo
VADE - Achille Opera Rock's profile photo
Andrew Earnings's profile photo
Atelier Elianto's profile photo
Jann Meier's profile photo
Max Lusetti's profile photo
Gian Marco Santarsiero's profile photo
Artistproject Kr (KAP)'s profile photo
antonella tommasini's profile photo
Work
Occupation
::::::::::::::::architetto---------------------::::::::::::::::::::::::----------------psicogeografo........................................................................
Skills
_fine arts_––disegno-......_-______fotografia........._-----video.........numbers-----------letters.......viaggi_____racconti ABC123 etc...
Employment
  • Me stesso
    present
Story
Tagline
si inizia dalla fine e la fine non ha mai inizio
Introduction

He graduated from the faculty 'of Architecture in Naples in 1997. 


Using all possible means of art and technology at low cost scours the 80s and explores some of the themes and strands that have always fascinated him: 


the territories and landscapes but also the ironic and surreal game of the classic avant-garde, from casual to abstract expressionism. The combination of travel notebooks pregnant with signs and notes it was going to cross the photograph (understood as the existing documentation). The experiments with the handycam and homemade videos, sketches and notes drawn better than any other instrument become tangible signs to stop ideas and intentions intuizioni.Un heterogeneous sample of anthropomorphic figures or alien, of grauchi and farfalloidi of volvoloidi and Stones antigeometrici landscapes peopled spaces and non-places. The collection of unconventional forms going to be part of the compositional space that often denied access to forms "finite" .Then interest in the territories and the stories of transformation, the relationship between town and country, the real and imaginary travel took the upper hand. A sort of drift psychogeographic frà rural landscapes and metropolitan areas led him to realize many small drawings on paper: watercolors, ink, intaglio etchings, but also. So the photography and video become an encyclopedic resource of materials added to the resource availability of the web become tools of thematic analysis and iconografico.Negli recent years social engagement on issues of immigration affects to some extent on his research. 

Active in the participatory planning processes:

Molfetta L.U.P. (urban road)

Bari-Reactivicity Reloaded. Gravity (Co. making Cities)

Potenza-Serpentone Reload. For the reopening of N.A.V.E. (New adventures of expression),


He has participated in workshops with Martin Rein Cano (Topotek1), O.S.A.,  Franco Purini, Marcello Maloberti, etc.


He has created installations in various places including: Andover, Bari, London, Matera, Naples, Southampton, Barletta, Giovinazzo, Altamura, Rionero in Vulture, Melfi, Venosa etcHe has participated in exhibitions and installations carried out in various places including: Andover, Bari, London, Matera, Naples, Southampton, Barletta, Giovinazzo, Altamura, Rionero in Vulture, Melfi, Venosa etc



Si laurea alla facolta’ di Architettura di Napoli nel 1997.

Utilizzando tutti i possibili mezzi dell’arte e della tecnologia a basso costo dagli anni ’80 scandaglia ed indaga alcuni temi e filoni che lo hanno sempre affascinato:

i territori ed il paesaggio ma anche il gioco ironico e surreale delle classiche avanguardie, dall’informale all’espressionismo astratto. La combinazione di carnet di viaggio pregni di segni ed appunti si andava ad accavallare alla fotografia(intesa come documentazione dell’esistente). Gli esperimenti con le handycam ed i video homemade, gli schizzi e gli appunti disegnati meglio di ogni altro strumento diventano segni tangibili per fermare idee propositi ed intuizioni.Un campionario eterogeneo di figure antropomorfe o aliene, di grauchi e farfalloidi, di volvoloidi e pietre parlanti popolavano gli spazi antigeometrici di paesaggi e non-luoghi. Il campionario di forme anticonvenzionali andava a far parte dello spazio compositivo che spesso negava l’accesso a forme “finite”.Poi l’interesse per i territori e le storie delle trasformazioni , il rapporto frà città e campagna , i viaggi reali ed immaginari presero il sopravvento. Una sorta di deriva psicogeografica frà paesaggi rurali ed ambiti metropolitani lo induce a realizzare molti disegni su carta di piccole dimensioni:acquerelli, chine, ma anche incisioni calcografiche. Così la fotografia ed i video diventano un enciclopedica risorsa di materiali che aggiunti alle disponibilità delle risorse della rete web diventano strumenti di approfondimento tematico ed iconografico.Negli ultimi anni l’impegno sociale sulle tematiche dell’immigrazione influisce per certi versi sulla sua ricerca.

Attivo nei processi di progettazione partecipata:

Molfetta L.U.P. (urbanistica di strada)

Reactivicity Reloaded . Bari- (Co. making Cities)

Serpentone Reload Potenza per la riapertura della N.A.V.E. (Nuove avventure espressive), 

Ha partecipato a workshop con Martin Rein Cano (Topotek1), O.S.A.,Franco Purini, Marcello Maloberti, etc.

Ha  realizzato installazioni  in varie luoghi tra cui: Andover, Bari, Londra, Matera, Napoli, Southampton, Barletta, Giovinazzo, Altamura,Rionero in Vulture , Melfi, Venosa etc

Basic Information
Gender
Male