"Confesso di nutrire scarsa fiducia nelle forme in cui possa strutturarsi il centosinistra: la nuova strategia. Prima sarebbe necessario cambiare gli strateghi, perché è ovvio che qualsiasi strategia assomiglierà agli strateghi che la concepiscono. http://bit.ly/H5J0Rf Ma abbiamo visto che gli "strateghi" non hanno assolutamente intenzione di lasciare le leve di manovra, neppure dopo le sconfitte più clamorose (il che è segno che hanno un concetto curioso del ricambio democratico). La democrazia odierna mostra allarmanti scricchiolii. Ma avete mai sentito la sinistra ridiscutere seriamente la democrazia? Intendo i concetti portanti della democrazia: i diritti dei cittadini, le libertà, la distribuzione del potere, la distribuzione dei beni materiali, il diritto al lavoro, il controllo sui singoli e sulle masse. La sinistra sembra un piccolo gruppo di imprenditori interessati all'indice delle borse: gli unici problemi che la interessano sono la produzione, la competitività economica, come "far crescere il paese". "Far crescere il paese" è importante. Ma per chi? Per quali scopi? Per quale tipo di vita?". (Antonio Tabucchi)
Shared publiclyView activity