Profile cover photo
Profile photo
Beethoven Autentico
4 followers -
Filologia e prassi esecutive beethoveniane
Filologia e prassi esecutive beethoveniane

4 followers
About
Posts

Post has attachment
[Variazioni “Diabelli”: discrepanze tra urtext e fonti originali]

Nell’articolo di oggi diamo una (prima) risposta a un interessante quesito postoci da Alexander Lonquich – che ringrazio – su alcune problematiche forcelle nella ventesima delle cosiddette variazioni “Diabelli”.

Il testo delle prime otto battute differisce significativamente tra l’edizione critica supervisionata da Joseph Schmidt-Görg (Henle) e quella di Erwin Ratz (Wiener Urtext).

Sono diversi:

- il “doppio” metro (3/2, 6/4…);
- la posizione e la lunghezza delle forcelle.

Perché?

E soprattutto, cosa voleva Beethoven?

https://beethovenautentico.com/beethoven-fonti-variazioni-diabelli/

#beethoven #beethovenautentico
Add a comment...

Post has attachment
“…mi sono scordato di mardarLe un elenco di altri errori da me scoperti.

Il mio consiglio, e La prego di seguirlo esattamente, è che Lei mandi questo elenco di errori in tutti i luoghi in cui ha spedito delle copie, e anzi al più presto, dando ordine di correggere le copie con l’inchiostro di China prima di metterle in circolazione, è il modo più semplice di sistemare la questione.

La prego, La prego, La prego, segua questo consiglio in modo che l’opera possa uscire come si deve.”

https://beethovenautentico.com/errori-sonata-109/
Add a comment...

Post has attachment
Conosci certamente questa frase spesso attribuita a Beethoven:

“Suonare una nota sbagliata è insignificante; suonare senza passione è imperdonabile.”

Invano la cercheresti però nelle lettere, nei quaderni di conversazione o nel diario, dato che non compare su nessuna delle fonti originali oggi note.

Questa sorta di slogan ormai virale è però somigliante – molto somigliante – a un passaggio delle “Biographische Notizen über Ludwig van Beethoven“ in cui Ferdinand Ries, che di Beethoven era stato allievo, racconta una lezione col Maestro.

Come vedremo, è da un fantasioso “ritocco” cinematografico (datato 1994) di questa pagina che sembra nascere la citazione dello pseudo-Beethoven.

Ma andiamo con ordine...

https://beethovenautentico.com/beethoven-suonare-senza-passione/
Add a comment...

Post has attachment
[Quanto duravano le sinfonie di Beethoven nelle esecuzioni del primo '800?]

Dal 1819 al 1843 il direttore d'orchestra Sir George Smart annotò con cura la durata delle sue esecuzioni beethoveniane.

Ecco le sue preziose annotazioni (nel 1825 aveva parlato dei tempi delle sinfonie con lo stesso Beethoven) dai programmi conservati presso la British Library.

https://beethovenautentico.com/smart-durate-sinfonie-beethoven/

#beethoven #sirgeorgesmart #tempi
Add a comment...

Post has attachment
[Dal diario di Sir George Smart. Visita a Beethoven. Baden, venerdì 16 settembre 1825]

"Beethoven mi diede il tempo, suonando i temi al pianoforte, di molte delle sue sinfonie, inclusa la Sinfonia Corale, la cui esecuzione, secondo il suo resoconto, durò solo tre quarti d’ora.

I presenti, cioè [Karl] Holz, un violinista amateur; Carl Beethoven, il nipote; oltre al giovane Ries, furono d’accordo che l’esecuzione a Vienna durò solo quel tempo; ciò mi sembra del tutto impossibile.

Pare che il recitativo a Vienna sia stato suonato con solo quattro celli e due contrabbassi, che è certamente meglio di avere tutti i bassi."

Leggi il documento integrale: https://beethovenautentico.com/smart-beethoven-baden-1825/

#beethoven #beethovenautentico #documenti
Add a comment...

Post has attachment
[Richter o Barenboim: chi suona nel modo più autentico questo passo dell’op.110?]

Sulla maggior parte delle edizioni dell'op.110 si richiede che, a un certo punto del finale, la destra incroci la sinistra.

Non tutti i pianisti lo fanno: chi ha ragione?

Nell'articolo di oggi, un confronto tra due esecuzioni (Sviatoslav Richter e Daniel Barenboim) e un'analisi delle fonti originali.

https://beethovenautentico.com/beethoven-incrocio-op-110/
Add a comment...

Post has attachment
[Un ottavo o un sedicesimo: quanto è lungo il levare del "trio" nell'op.101?]

Le edizioni della sonata op.101 riportano in due modi diversi il levare (batt.54b) del “trio” del Vivace alla marcia: talvolta come sedicesimo, talvolta come ottavo.

Cosa voleva Beethoven?

Come sempre, in questo primo articolo di una nuova serie dedicata all'op.101, cercheremo di ridurre la nebbia analizzando le fonti originali.

https://beethovenautentico.com/levare-trio-sonata-101/
Add a comment...

Post has attachment
Il primo brevetto del metronomo di Maelzel non è quello inglese (appena reso disponibile in italiano).

La concessiore di Re Giorgio III data infatti 5 dicembre 1815, ma il 14 settembre dello stesso anno, a Parigi, si registrava già un innovativo "chronomètre appelé métronome".

Ecco il documento originario: https://beethovenautentico.com/metronomo-maelzel-brevetto-parigi/
Add a comment...

Post has attachment
Per la prima volta disponibile in italiano il brevetto londinese del metronomo di Mälzel (5 dicembre 1815).

“Fascicolo del brevetto concesso a John Maelzel, di Poland Street, nella Contea di Middlesex; per il suo strumento o i suoi strumenti, macchina o macchine, per il miglioramento di tutte le esecuzioni musicali, che egli denomina Metronomo o Musical Time-keeper.”

Vai al documento integrale: https://beethovenautentico.com/brevetto-metronomo-maelzel/
Add a comment...

Post has attachment
È nata una nuova sezione del blog: #documenti.

Vi troverai lettere, estratti da trattati e metodi, testimonianze e ogni altra fonte rilevante per le tue (e nostre) ricerche.

La inauguriamo con la lettera sull'utilità del metronomo che Spontini inviò a Salieri il 9 aprile 1816.

Il testo fu pubblicato dalla viennese Allgemeine Musikalische Zeitung (n. 5 del 1817) alle pagg.33-34, che trovi riprodotte nell'articolo sul blog.

La traduzione è del prof. Giuseppe Mariotti.

https://beethovenautentico.com/spontini-salieri-lettera-metronomo/
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded