L'Archivio è nato più di trent'anni fa e ha avuto fin dagli inizi frequentazioni con diaristi anziani o molto anziani. È fisiologico essere destinati a perdere per strada persone alle quali siamo affezionati. Ma non ci si abitua. Succede così che la notizia che anche il nostro Egidio Mileo se n’è andato ci coglie impreparati. Lo avevo visto di persona a casa sua tre anni fa per un servizio fotografico che Luigi doveva fare per una mostra su trent'anni di vincitori del Premio Pieve.

Ci ha accolti con il vestito buono, la cravatta, mettendosi in posa per le foto ma non propriamente a suo agio davanti all’obiettivo.

Molto più disinvolto nel suo strano orto verticale dotato di un ingegnoso sistema di irrigazione. Molto più a suo agio in mezzo alla distesa di squisite fragole che coltivava, stupito che Luigi non ne mangiasse: "non ho conosciuto mai una persona alla quale non piacciano le fragole".

"Il Salumificio" di Egidio Mileo, vincitore della settima edizione del Premio Pieve, è una storia di quelle per cui valeva la pena fondare l’Archivio dei diari. Un racconto necessario, scritto di notte da un uomo sfortunato e ostinato nella sua onestà, una persona buona che vuol creare un salumificio per dare occupazione nel suo paese e invece subisce truffe e inganni, al punto che è costretto a cercare fortuna lontano da casa. Il libro Giunti fu pubblicato nel 1992 con una prefazione dove Saverio Tutino riporta la dichiarazione di voto di Natalia Ginzburg fatta dalla scrittrice nell'estate del '91, pochi mesi prima di morire: "uno stile che fa pensare al corso d’un fiume limaccioso, che passa tra grovigli di rovi, troppo ricoperto dai rovi per riflettere il cielo. È uno stile dal ritmo affannoso che non si ferma mai a riposarsi e a respirare". E ancora: "Giudico 'Il Salumificio' di Egidio Mileo di gran lunga il più bello fra i manoscritti arrivati al Premio Pieve quest’anno e forse uno fra i più belli degli ultimi anni. La voce del protagonista ha un’intensità veritiera e dolorosa, di una qualità memorabile".

Loretta Veri
Shared publicly