Convegno di Filosofia:
Fenomenologia ed emozioni
Martedì 14 marzo 2017
https://goo.gl/CJntfj

“Come la cosa, come l’altro, il vero traluce attraverso un’esperienza emozionale e quasi carnale, in cui le ‘idee’ – quelle dell’altro e le nostre – sono piuttosto dei tratti della sua fisionomia e della nostra, e, più che comprese, sono accolte o respinte nell’amore o nell’odio”.

Se passioni, emozioni e affettività sono state spesso considerate con diffidenza da parte della filosofia, la riflessione contemporanea le ha reintrodotte nel cuore dei dibattiti, come per esempio si vede in Marta Nussbaum.

La fenomenologia ha partecipato attivamente a questa riabilitazione, fino a Michel Henry che mette l’affettività come centro della sua fenomenologia della vita.

Lo sguardo che il nostro convegno intende porre sugli approcci fenomenologici alla questione delle emozioni vuole interrogare di nuovo alcuni concetti fondamentali, quali l’intenzionalità, il mondo, la passività, o il rapporto della coscienza con il corpo, perfino l’idea stessa del soggetto.

Chi è che prova emozioni?

https://goo.gl/CJntfj
Shared publicly