Profile cover photo
Profile photo
Andrea Rivis
211 followers -
there's no place like ::1
there's no place like ::1

211 followers
About
Posts

Post has attachment
So long and thanks, Jack.
Hang loose, my pirate!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Trolling like a pro!
Add a comment...

Post has shared content
Just made my day! 😂
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment
Add a comment...

Post has shared content
GOES-16, UN SATELLITE METEOROLOGICO DI NUOVA GENERAZIONE

GOES-16 è il nome di un satellite meteorologico di ultima generazione, lanciato il 19 novembre 2016 dalla base di Cape Canaveral in Florida. GOES sta per Geostationary Operational Environmental Satellite, mentre il numero 16 si riferisce alle bande dello spettro elettromagnetico attraverso le quali ABI (Advanced Baseline Imager), il principale strumento di bordo, è in grado di riprendere la superficie terrestre: due nella luce visibile, quattro nel vicino infrarosso e dieci nel medio infrarosso.

GOES-16 è, come si evince dal nome, un satellite geostazionario. Si definiscono così i satelliti che girano intorno all’equatore terrestre percorrendo un’orbita geosincrona, cioè un’orbita che dura esattamente quanto un giorno siderale, ovvero 23 ore, 56 minuti e 4 secondi (corrispondenti a una rotazione terrestre completa). Questo tipo di movimento orbitale, che si raggiunge a un’altitudine di circa 37.000 km, consente a GOES-16 di mantenere sempre la medesima posizione nel cielo rispetto alla superficie del pianeta, così da riprendere la Terra sempre dallo stesso punto di vista.

Come si può dedurre dalla bellissima immagine totale del disco terrestre, acquisita il 15 gennaio 2017, attualmente il satellite è puntato sul continente americano, il che non sorprende, visto che è gestito dall’ente meteorologico statunitense NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration).

Rispetto alla precedente generazione di satelliti meteorologici, GOES-16 - che sarà affiancato nel 2018 da un altro satellite con caratteristiche simili - è cinque volte più veloce nel coprire la superficie terrestre e ha una risoluzione spaziale delle immagini quattro volte maggiore. Lo strumento ABI è in grado di fornire un’immagine completa del disco terrestre ogni 15 minuti e una degli Stati Uniti continentali ogni 5 minuti. Nelle regioni interessate da fenomeni pericolosi, come cicloni, tempeste, incendi ed eruzioni vulcaniche, la cadenza di acquisizione delle immagini è di una ogni 30 secondi.

Grazie a tali caratteristiche, GOES-16 è in grado di offrire una serie di informazioni in tempo reale che consentiranno ai servizi di previsioni meteorologiche di aumentare notevolmente la loro capacità previsionale.

Il satellite è fornito inoltre di una serie di strumenti per monitorare l’attività solare, attraverso le variazioni nell’irradiazione, nel vento solare e nel campo magnetico. Potrà così emettere immediati avvisi di pericolo nel caso di tempeste solari in grado di minacciare il funzionamento delle reti elettriche e dei sistemi di comunicazione.

La durata programmata della missione di GOES-16 è di quindici anni.

Per approfondire:
- https://www.nasa.gov/feature/goddard/2017/goes-16-sends-first-images-to-earth
- https://en.wikipedia.org/wiki/GOES-16
PhotoPhotoPhoto
24/01/17
3 Photos - View album
Add a comment...

Post has attachment
tl; dr Tutti reagiscono ai feedback e alle affermazioni che provengono dall'esterno, alcuni più di altri.

Come possiamo allora fornire dei feedback evitando di causare eccessiva ansia che si tradurrebbe in potenziale motivo di conflitto?

Quando notiamo che qualcuno si sta improvvisamente irritando per qualcosa, dovremmo cercare di riesaminare attentamente cosa è appena successo. Probabilmente, abbiamo introdotto una minaccia.
• Abbiamo proposto una nuova idea?
• Abbiamo sottolineato una falla nella loro idea? Le idee sono legate molto strettamente all'autostima.
• Che idea era?
Ecco come, con poche domande, abbiamo capito da dove deriva l'autostima del nostro interlocutore.

Una volta che abbiamo individuato la fonte dell'autostima di una persona, cominciamo a sottoporgli questioni riguardanti quel determinato argomento o quell'area di competenza. Trattiamoli come esperti in quel settore: in molti casi, probabilmente, lo sono. Dimostriamoci aperti ai loro suggerimenti, alle loro idee e ad integrarle con le nostre.

Il solo riconoscere le idee degli altri e il ragionamento che ci sta dietro potrebbe portarci molto lontano nel rafforzamento delle fonti di autostima e nell'abbassamento del livello di ansia del nostro interlocutore.
Add a comment...

Post has shared content
Just made my day!
via +Marco Pedrazzoli
Originally shared by ****
Dream job
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Wait while more posts are being loaded