Profile cover photo
Profile photo
Andrea Compagnoni
272 followers -
Non accontentarti dell’orizzonte. . . cerca l’infinito...
Non accontentarti dell’orizzonte. . . cerca l’infinito...

272 followers
About
Posts

Post has attachment

Post has attachment
Le onde si gonfiano contro la riva,
il vento percuote la vela
e mormora nelle bianche onde,
io sento la sua parola selvaggia.
Mi chiama avanti, ondeggia la barca,
dondola per l'impazienza, sull'ampia via.

Là si stende in oscure lontananze,
tu non puoi venire con me, tesoro mio,
lo vedi, come tramontano le mie stelle,
come il vento si leva in tempesta,
allora minaccia in mille forme la morte,
come potrei sfidarla, se ti sapessi in pericolo?

Oh, sciogli i lacci delle tue braccia
e sciogli anche il tuo cuore da me!
So io forse, se compirò la mia impresa
e tornerò vittorioso?
L'onda che ora canta seducente,
forse è la stessa che mi inghiottirà.

Ancora è dato alla tua mano,
ancora non hai accettato nulla che non possa sciogliere:
oh, separa presto la tua giovane vita
dal mio essere incerto.
Fai questa scelta, di tua volontà, prima che tu debba:
la rinuncia è meno dolorosa della perdita.

Oh, lasciami navigare in piena coscienza:
se io sono solo sulla terra,
non si piega davanti ai mostri,
non si piega davanti all'inaudito il mio animo.
Io gioco col terrore,
e sono forse improvvisamente alla meta.

Ma lassù in cima al mio albero
maestro si mostrerà la tua immagine e,
resa fiammeggiante dai fulmini,
col suo splendore aumenterà il mio coraggio.
L'urlo dei venti, anche se terribile,
non copre il suono della tua voce.

E se io posso vederti e sentirti,
non ho più nessun timore,
non voglio rinunciare alla vita
e voglio combattere contro la morte;
avessi pure il peso di un mondo,
questo comprenderebbe gli angeli, belli come te.

Anche tu non devi distruggere la mia immagine,
consacrala con lacrime d'amicizia:
deve essere nel dolore e nella gioia
il tuo conforto e il tuo fedele.
Sì, rimani, anche se io dovessi perdere tutto,
il mio amico nel mio paradiso.

E se l'onda nemica mi gettasse
morto sulla riva fiorita,
saprei che in quel caro
luogo una mano fedele,
che né disprezzo né dolore può fermare,
donerà ai miei resti una tomba.

Franz Adolf Friedrich von Schober (1796 - 1882)
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Uno dei tratti salienti della nostra "cultura" è l'esorbitante quantità di stronzate in circolazione...troppa gente dice troppe stronzate...palese incapacità di distinguere la verità dalla menzogna...ce le ho fracassate...fottersi prego!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Più di un anno è passato...non dimentico...
Un caro saluto!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Vivere solo per tirare avanti
Vivere solo per essere sani di mente
Non sapendo niente per tutto il tempo
E’ una vergogna

Non ho bisogno di essere pronto
So già come mi sento
Sto dicendo a te di essere pronto
Mio caro
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded