Profile cover photo
Profile photo
Alda Merini
Per tutti quelli che amano le poesie di Alda Merini, la poetessa dei Navigli
Per tutti quelli che amano le poesie di Alda Merini, la poetessa dei Navigli
About
Alda Merini's interests
View all
Alda Merini's posts

Post has attachment
AMORE CHE GIACI
Amore che giaci
dentro un'ampolla di vetro
per le ricerche nobili
di chi ha scoperto
il verde delle stagioni,
con gli arabeschi dei prati
abbiamo intesssuto la veste
e giubilando del nulla,
attoniti dentro la fede,
abbiamo gustato il vino
dell'incantevole inganno.

 
da "Ballate non pagate"
Photo

Post has attachment
CHARLES CHARLOT CHARCOT

Charles Charlot Charcot,
rimembranza dolce,
vieni tu dall'Andalusia,
vieni tu dal miraggio segreto
del florilegio dei sensi?
Charles, Charcot,
tu che hai nel duro cappello
le melodie del gioco,
sei giocoliere o amante?

da "Poesie per Charles (1982)"
Photo

Post has attachment
A TUTTE LE DONNE

Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso
sei un granello di colpa
anche agli occhi di Dio
malgrado le tue sante guerre
per l’emancipazione.
Spaccarono la tua bellezza
e rimane uno scheletro d’amore
che però grida ancora vendetta
e soltanto tu riesci
ancora a piangere,
poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,
poi ti volti e non sai ancora dire
e taci meravigliata
e allora diventi grande come la terra
e innalzi il tuo canto d’amore.
Photo

Post has attachment
GLI ASPETTI DELLA MORTE SONO TALVOLTA ABNORMI

Gli aspetti della morte sono talvolta abnormi,
non dovrebbe passare giorno
senza aggiungere qualcosa
al nostro staio di grano,
da stranieri benevoli e confusi,
ma oggi io non ho dato nulla
perchè ospitavo la morte,
la sua sostanza grigia mi ha investito:
una pietra che dava lacrime,
allora ho tremato a lungo
al pensiero di non scrivere più
e poi ho tremato ancora
quando ho cominciato a scrivere.

da "La Terra Santa e altre poesie"
Photo

Post has attachment
LAVANDAIE

Lavandaie avvizzite
sul corpo del Naviglio
con un cilicio stretto
stretto intorno alla vita,
lavandaie violente
come le vostre carni,
donne di grande fede
sopravvissute al lutto
della bomba di Hiroshima...
Lavandaie corrotte
dall'odore del vino,
ossequiose e prudenti
fortissime nell'amore
che sbattete indumenti
come sbattete il cuore.

da "La Terra Santa e altre poesie"
Photo

Post has attachment
X. IERI SERA NEL BASSO DENTRO LA GIOCONDA OSTERIA

Ieri sera nel basso dentro la gioconda osteria
un uomo trangugiava il suo vino
con una voluttà bacchica e assente,
io guardavo la sua gola turgida
di vino e dimenticanza
e mi chiesi come mai mi tenessi in cuore una spina
senza chiedere aiuto a Bacco.

da "Le satire della Ripa"
Photo

Post has attachment

Post has attachment
TU TE NE SEI ANDATA
a M.

Tu te ne sei andata
hai lasciato dietro di te
il chiaro profumo dell'ombra,
o fiore di questo mio corpo
o specie martoriata di figlia,
tu te ne sei andata
uno spazio di vento
che ha indurito il mio cuore.

da "Destinati a Morire. Poesie vecchie e nuove"
Photo

Post has attachment
AD ETTORE

Ho avuto paura della morte
paura dei tuoi paradisi
tu eri la mia ape
poggiavi sopra di me
con la tua benevolenza
e suggevi del fiore delle mie rime
tutto il mite coraggio.
Tu mi eri fratello
ed eri anche poeta...
Ma perderti così
per banale allegria
per la morte irridente
o compagno di sogni
che cosa avrei io fatto!
Non son donna da piangere le stele
né i silenzi dei cimiteri
io sono donna di amore
e tu lo sai bene
che cosa avrei fatto io?
Ti avrei rincorso nei sogni
lo so, e poi, lentamente
sarei scivolata nel sonno
nel sonno della follia
e lì, amandoti sempre,
io sarei morta di amore.

da "Destinati a Morire. Poesie vecchie e nuove"
Photo

Post has attachment
Wait while more posts are being loaded