Profile cover photo
Profile photo
Alberto Sgarbossa
Se il mondo cambia, l'impresa non può limitarsi a subire
Se il mondo cambia, l'impresa non può limitarsi a subire
About
Posts

Post has shared content
Skande, sei proprio un figo! Parola.
Sai, riesco a percepire tutta la difficoltà di scrivere questo post, e tuttavia l'hai fatto! Alla grande, aggiungo...
E' esattamente ciò che mancava nel "nostro" mondo di social-cosi: un punto di vista sull'autocritica che fungesse da riferimento. Credo di poter dire che siamo tutti contenti che dei suggerimenti così penosamente (per molti di noi) e intensamente veri, siano pervenuti da un collega qualificato e accreditato come te, ci fa sentire un po' "giustificati" ...no?

Con questo post (io credo) hai anche saputo affrontare la tematica fondamentale di questa rivoluzione culturale che è il web: la condivisione della conoscenza, persino Bill Gates, nel suo 'vecchio'  libro “Business @lla velocità del pensiero” afferma: “A volte, il vecchio proverbio ‘sapere è potere’ spinge le persone ad accumulare conoscenza e a credere che questo stesso fatto le renda indispensabili, ma in realtà il potere non deriva da un sapere custodito, bensì da un sapere partecipato, condiviso!“.   

L’estrema velocizzazione dell’informazione  trova però, alcuni di noi, culturalmente impreparati. Ecco perché questo nuovo mercato del lavoro così "sociale" richiede skill sempre più mobili e flessibili; i nuovi lavoratori - che mi piace definire KIW's (Knowledge & Information Workers) - dovrebbero perseguire un programma di formazione continua, che non si attua però più, così come una volta, solo all’interno del mondo professionale, ma che si espande ormai anche nella “sfera del tempo libero”.   Infatti, come pure Shopenauer sosteneva: “Ogni fine conseguito non fa che segnare il punto di partenza di un nuovo fine da raggiungere, e così all’infinito“, da cui la necessità, per noi “nuovi lavoratori”, di acquisire sempre nuovi skill in modo da essere sempre competitivi in questo nostro mondo del lavoro.
Spero che molti di noi possano identificarsi in ciò che hai scritto ...e che facciano buon uso dei tuoi suggerimenti.

[ecco, mi sono dilungato anch'io, ma credo che Ezra Pound si riferisse a qualcosa di molto più ermeneutico]
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
Alberto Sgarbossa commented on a post on Blogger.
Ma poi, +Davide Licordari , se me lo concedi... nella sezione #einvece come non comprendere una quasi totale mancanza di creatività, fantasia, inventiva..., che (invece) ricchi di prodotti e contesti potrebbero e dovrebbero avere ...queste imprese?
Add a comment...

Post has attachment
Alberto Sgarbossa commented on a post on Blogger.
Skande, sei proprio un figo! Parola.
Sai, riesco a percepire tutta la difficoltà di scrivere questo post, e tuttavia l'hai fatto! Alla grande, aggiungo...
E' esattamente ciò che mancava nel "nostro" mondo di social-cosi: un punto di vista sull'autocritica che fungesse da riferimento. Credo di poter dire che siamo tutti contenti che dei suggerimenti così penosamente (per molti di noi) e intensamente veri, siano pervenuti da un collega qualificato e accreditato come te, ci fa sentire un po' "giustificati" ...no?

Con questo post (io credo) hai anche saputo affrontare la tematica fondamentale di questa rivoluzione culturale che è il web: la condivisione della conoscenza, persino Bill Gates, nel suo 'vecchio'  libro “Business @lla velocità del pensiero” afferma: “A volte, il vecchio proverbio ‘sapere è potere’ spinge le persone ad accumulare conoscenza e a credere che questo stesso fatto le renda indispensabili, ma in realtà il potere non deriva da un sapere custodito, bensì da un sapere partecipato, condiviso!“.   

L’estrema velocizzazione dell’informazione  trova però, alcuni di noi, culturalmente impreparati. Ecco perché questo nuovo mercato del lavoro così "sociale" richiede skill sempre più mobili e flessibili; i nuovi lavoratori - che mi piace definire KIW's (Knowledge & Information Workers) - dovrebbero perseguire un programma di formazione continua, che non si attua però più, così come una volta, solo all’interno del mondo professionale, ma che si espande ormai anche nella “sfera del tempo libero”.   Infatti, come pure Shopenauer sosteneva: “Ogni fine conseguito non fa che segnare il punto di partenza di un nuovo fine da raggiungere, e così all’infinito“, da cui la necessità, per noi “nuovi lavoratori”, di acquisire sempre nuovi skill in modo da essere sempre competitivi in questo nostro mondo del lavoro.
Spero che molti di noi possano identificarsi in ciò che hai scritto ...e che facciano buon uso dei tuoi suggerimenti.

[ecco, mi sono dilungato anch'io, ma credo che Ezra Pound si riferisse a qualcosa di molto più ermeneutico]
Add a comment...

Post has attachment
Acquisire consapevolezza delle proprie competenze, conoscere le prospettive occupazionali in diversi settori, comprendere il mercato del lavoro, valorizzare le molteplici occasioni di incontro con le aziende e i loro selezionatori..., queste sono solo alcune delle capabilities necessarie per arrivare ad intrattenere rapporti con le nuove imprese della "digital business transformation"... o per creare gli scenari volti a trasferirle nella nuova dimensione.
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
Come sempre, Alessandra, molto esaustiva. E' una realtà cui bisogna adeguarsi...
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
Come diceva Mazzarino, a proposito dei biasimi o detrazioni...?
"Non si scuopre mai tanto fallace il genere umano, salvo che nelle lodi, negli scherni, nelle adulazioni, ne' cavilli popolari. Proccurati tutte le pasquinate, che ti si scrivono contro, e leggile tu medesimo, e fattele leggere anche dagli altri, e riditene, come di putidezze sciocchissime: e vedrai, che in tal guisasi straccherà l'autore, vedendoti imperturbabile alle sue satire."

Scopri anche tu come puoi dimostrar di essere capace di perseguire i tuoi obiettivi ...nonostante gli scherni altrui, con il post di Leonardo Ranieri.
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded